f

martedì 18 luglio 2017

Recensione: "Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)" diChiara Parenti

Buongiorno lettori!

Fa sempre piacere ricevere libri, vero? Io ho ricevuto questo romano nientemeno che dalla sua autrice! Ringrazio infatti tantissimo Chiara Parenti per avermi fornito una copia del suo Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito), romanzo uscito prima nella collana YouFeel ma che adesso potete trovare anche in cartaceo nella collana BUR di Rizzoli. E che io vi consiglio tantissimo di leggero...



Titolo: Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)
Autore: Chiara Parenti
Casa editrice: Rizzoli
Collana: BUR
Data di uscita (in BUR): 27 aprile 2017
Pagine: 322
Prezzo: 9,90 (cartaceo)


La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l'addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all'estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male... e anzi l'aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l'alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta


Maia ha una vita perfetta agli occhi degli altri: un buon lavoro (anche se il suo capo è uno schizzato che non le da tregua), un fidanzato bello e ricco (anche se la madre di lui è un personaggio...): cosa si può volere di più? Beh, forse non è così e lo capirà durante la festa di addio al nubilato della sua amica e futura cognata Diana, quando incontrerà Marco, il suo amore estivo di quando era adolescente e si recava ogni anno in Versilia. E qui scappa un mojito di troppo e la serata degenera tanto che la mattina dopo Maia non ricorda nulla, la casa è un disastro, metà delle sue amiche scomparsa e foto compromettenti sono comparse su Facebook. Maia dovrà metttterci tutto il suo impegno e la sua organizzazione per sistemare la situazione e nel mentre chiarirsi con Marco e capire quello che vuole dalla sua vita...

Io vi giuro che non la smettevo di ridire: ho adorato fin da subito lo stile di scrittura e le battute della voce narrante di Maia. Ho adorato le sue amiche, con i loro caratteri così diversi ma complementari e sempre pronte ad aiutarsi (menzione speciale a Gaia, lei mi faceva morire ogni volta che apriva bocca!). Molto bella anche la struttura del romanzo, con l'alternanza tra i casini del presente e i flashback del passato di Maia e Marco, da come si sono conosciuti alla loro rottura che ha spezzato il cuore della ragazza. Anche se il romanzo è molto allegro e frizzante il cuore è la stessa Maia con la sua ricerca per capire quello che vuole davvero, se proseguire con la vita all'apparenza perfetta che ha vissuto fino ad ora o se forse quell'inaspettato incontro con il passato è un segno del destino di dover dare una svolta a tutto e ripartire da zero per essere davvero felice.

Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) è una storia estiva bellissima, piena di amore, divertimento ed amicizia, perfetta da leggere sotto l'ombrellone e non. State solo attente a non ridere troppo altrimenti i vostri vicini penseranno male ;)




Non dimenticatevi di commentare con la vostra opinione sul romanzo e su quale scena avete riso a crepapelle XD

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento se vi è piaciuto e meno questo post :)