f

lunedì 20 settembre 2021

We Are Number One Speciale Queer: "Fatti odiare Kirai de Isasete" e "Whisper me a love song"


Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di alcuni primi volumi usciti nella collana Queer di Star Comics, dei primi volumi di due nuove serie che vi emozioneranno. Non ci credete? Beh, che altro dire se non di leggere qui sotto le mie recensioni di Fatti odiare Kiraide di Isasete, un omegaverse molto dolce e che racconta una famiglia atipica, e Whisper me a love song, un Girls Love dove le sue protagoniste dovranno imparare a capire e rivelare i loro sentimenti... Non vi resta che continuare la lettura del post!


Disclaimer: I volumi mi sono stati mandati da Edizioni Star Comics a scopo di recensione. Le recensioni sono comparse in precedenza su Cliffhanger qui e qui



Titolo: Fatti odiare Kirai de Isasete di Hijiki
Titolo originale: Kirai de Isasete
Edizione italiana: Edizioni Star Comics
Status: on going, 3 volumi disponibili


Naoto è un omega e un padre single. Si prende cura di Shizuku, sua figlia avuta a seguito di uno stupro durante gli anni del liceo. Per lui è difficile trovare un lavoro per dare stabilità alla figlia e ancora più trovare un compagno alpha. Convinto dalla madre va ad un incontro per single e uno dei camerieri gli dice che lui è la sua anima gemella. Naoto fugge via dall’evento, ma poco dopo trovare lavoro come bidello in una scuola. Lì ritrova quel cameriere, Hazuki, che in realtà è uno studente. E continuerà a ribadire di amare Naoto, ma è davvero così? O è come tutti gli altri alpha che Naoto ha incontrato fino ad allora e che disprezza fortemente…

Questa è la premessa di Fatti odiare Kirai De Isasete, un BL ambientato in un omegaverse. Per farla breve, in questo genere di scenari le persone si dividono in alpha, beta e omega. Se i beta sono persone “come noi”, omega e alpha hanno delle caratteristiche particolari. Gli omega anche maschi possono rimanere incinta e possono andare in calore se non marchiati da un compagno alpha o se non prendono degli specifici medicinali detti inibitori. Gli alpha, in maniera un po’ animalesca, reagiscono ai ferormoni degli omega e avvertono quando sono in calore e non hanno un compagno, volendosi accoppiare con loro. Ma abbiamo appunto anche la questione di sentirsi predestinati e amarsi al primo sguardo…

Ho riassunto in breve i punti salienti di un omegaverse che permettono di capire meglio l’ambientazione del manga. Ma nel volume stesso, proprio nelle prime pagine, è presente una spiegazione breve, semplice e concisa delle caratteristiche di questo genere in voga nel mondo BL e non.

Detto questo la questione di essere alpha o omega è un punto focale di Fatti odiare, ma ci sono anche rimandi alla nostra attualità. Le discriminazioni verso gli omega e la loro situazione, colpevoli di aizzare gli alpha quando vanno in calore anche se è un processo involontario, per il solo fatto di essere omega e quindi deboli. Si vedono molti soprusi verso Naoto e anche il suo cambiamento di pensiero grazie ad Hazuki. Anche se alcuni alpha si comportano in un certo modo non tutti lo fanno. E forse non è giusto avere gli stessi pregiudizi che gli alpha hanno nei confronti degli omega.

Oltre a questa parte riflessiva ci sono casi di vera e propria violenza. L’idea di alpha e omega si basa sul mondo animale come le questioni sul calore, il marchiare, l’accoppiarsi e seguire gli istinti. Sono questioni spesso criticate negli omegaverse per una certa dubbia consensualità. Non è però il caso di Fatti odiare Kirai de Isasete. Questa storia presenta molta dolcezza, sentimenti forti e sinceri dei suoi protagonisti. Sentimenti dimostrati a parole ma anche dal disegno e da gesti grandi e piccoli che compiono per dimostrare il loro amore. Situazioni che spesso vanno anche contro clichè e stereotipi del genere omegaverse, attirando anche un pubblico che è critico verso questo tipo di storie.
Fatti odiare e poi amare…

Fatti odiare è una storia diversa, dolce e adatto ad un pubblico ampio. Presenta momenti espliciti e un pochino forti, ma bilanciati da altri più divertenti e sentimentali. Parecchia dolcezza che vediamo anche nella piccola Shizuku. Bellina e carina, nel suo essere bambina agisce come tale, con ingenuità e semplicità, per voler vedere suo padre felice.

La stessa cosa che vuole Naoto, papà premuroso che ha amato fin da subito la sua bambina e fa di tutto per renderla felice. Mette se stesso in secondo piano, anche da un punto di vista sentimentale, non pensando ad un compagno e ai vantaggi che li porterebbe ma mettendosi d’impegno per il suo lavoro. Il suo passato e la violenza subita gli fanno odiare gli alpha e il loro contatto con essi. L’incontro con Hazuki è difficile agli inizi, non crede che sia davvero amore, e non vuole ammettere che inizia a provare qualcosa per lui. Non si tratta del suo corpo e dei suoi istinti, ma sono sentimenti sinceri che lo portano a sacrificarsi per il bene dello stesso Hazuki. Non pensa di poter essere felice ma l’alpha gli farà cambiare idea.

Hazuki infatti sorprenderà sia Naoto che il lettore di Fatti odiare. Non si comporta come altri alpha, cerca di andare contro i suoi istinti con gesti plateali e importanti. Gesti che gli faranno pian piano conquistare la fiducia di Naoto, fargli capire che è serio nelle sue affermazioni. Capisce anche l’importanza di Shizuku, il centro della vita di Naoto e quindi cercherà di conquistare anche lei, capendo anche quando deve fare un passo indietro e lasciare spazio alla riflessione.

In tal senso nonostante un inizio buffo e un po’ assurdo, un incontro casuale e strano che potrebbe aver portato la storia in una direzione strana, abbiamo molti momenti seri e toccanti. Alcune situazioni si possono trovare nella nostra attualità e cronaca, traslati con altri protagonisti, ma proprio per questo abbiamo dei bei messaggi di speranza e di non guardare ai pregiudizi. E poi i sentimenti, al centro della storia, che siano quelli di una madre o di un padre verso la figlia o di amore tra due anime gemelle davvero destinate ad amarsi e stare insieme.

Fatti odiare Kirai de Isasete è una storia assolutamente emozionante, dolce e carina che non può non conquistarvi. Anche se c’è un seguito, si apprezza anche così, con questo volume che ha una bella conclusione. Certo, con la storia extra e le vignette sotto la sovraccopertina (da non sbirciare prima, non spoileratevi la storia!) ci sta il voler esplorare questa bella famiglia ancora. I suoi personaggi conquistano davvero, abbiamo fatto il tifo per loro vedendo anche la loro crescita, l’ammettere le proprie debolezze e i propri sentimenti e vogliamo vedere quali altre emozioni ci regaleranno.

venerdì 17 settembre 2021

Review Party: "Il ragazzo dei sogni" di Sarina Bowen e Elle Kennedy


Buongiorno lettori!
Oggi torno a parlarvi di una nuova uscita per Always Publishing, un nuovo romanzo del duo formato da Sarina Bowen e Elle Kennedy che ci porta in un mondo fatto di cagnolini e aitanti giocatori di hockey. Potete scoprirlo ne Il ragazzo dei sogni, nuovo capitolo della serie WAGs. Scoprite cosa accade nella mia recensione qui sotto ;)

Ringrazio la casa editrice Always Publishing per avermi fornito una copia digitale del romanzo per recensirlo



Titolo: Il ragazzo dei sogni
Serie: WAGs #2
Autore: Sarina Bowen e Elle Kennedy
Casa editrice: Always Publishing
Data di uscita: 16 settembre 2021
Pagine: 286
Prezzo: € 13.90 (cartaceo); € 4.99 (ebook)



Ci si può innamorare di qualcuno senza averlo mai incontrato? 

Hailey Taylor Emery dedica tutto il suo tempo a Fetch, il servizio di assistenza online che gestisce insieme al suo ex marito. Ed è proprio attraverso Fetch che negli ultimi tempi, dopo il suo divorzio, si è divertita a flirtare spudoratamente online con il suo cliente preferito, Sniper87. Sebbene sia contro le regole controllare chi si celi dietro il nickname, lei è abbastanza certa di scambiare messaggi con la sua cotta di una vita, nonché il suo ragazzo dei sogni, il famoso giocatore di hockey sul ghiaccio Matt Eriksson. 
Anche Matt non è estraneo alle delusioni d’amore. Non ha ancora superato la fine del suo matrimonio, e odia essere l'unico ragazzo della squadra a conoscere la verità: l'hockey e le relazioni a lungo termine sono un mix tossico, impossibile da conciliare. E lui ne è la prova. Matt riesce a vedere a malapena le sue due figlie e la sua ex lo fa quotidianamente impazzire. L'unica persona nella sua vita che sembra capirlo è una donna che lavora per lui, ma che non ha mai voluto mostrargli il suo bel viso... 
Sarà grazie allo zampino del suo adorato cagnolone Rufus, che Matt riuscirà finalmente a incontrare Hailey di persona e, allora, le scintille che sprizzavano online, dal vivo si trasformeranno in veri e propri fuochi d’artificio!


Nel nostro viaggio nel mondo dell'hockey e delle WAGs creato da Sarina Bowen e Elle Kennedy, avevamo già incontrato Matt, abbattuto da un brutto divorzio dove la moglie lo accusa continuamente e non gli permette di vedere le sue figlie. L'uomo ha il supporto dei suoi compagni di squadra ma non solo. Ad aiutarlo arriverà anche Hailey. Lei gestisce un servizio di consegne online, esaudisce qualsiasi richiesta dei suoi clienti nel completo anonimato, che si tratti di prendere mobili per arredare un appartamento, a fare la spesa, o portare fuori il cane. Sarà infatti a seguito di un imprevisto che Hailey stessa porterà il cane di Matt, Rufus, a passeggio e il loro rapporto professionale e anonimo li farà conoscere e diventare sempre più intimi...

Perché Hailey, fanatica di hockey, intuisce chi sia il suo misterioso cliente, proprio quel giocatore che lei ammira... E ecco che il suo "ragazzo dei sogni" si rivelerà meglio di quanto poteva immaginare. Una relazione da sogno in una situazione per lei difficile. Hailey continua a lavorare con il suo ex-marito e teme che lui voglia escluderla dai futuri progetti della compagnia nella quale ha dato tutta se stessa. Matt diventa una persona che la supporta e la ama più di quanto abbia mai fatto il suo ex e lei sarà determinata a ricambiare la sua fiducia e il suo affetto. 

mercoledì 15 settembre 2021

Wrap-Up #42 Speciale Estate Giugno Luglio Agosto 2021


Buongiorno lettori!
Che estate è stata! Piena di tante e diverse letture che mi hanno accompagnato nel bene e nel male... Insomma le letture riempiono le giornate piene e quelle di relax anche se si può sempre trovare il tempo per un buon libro, no? Ma ricordiamo in questo Wrap-Up le letture estive appena passate e ricordatevi di commentare con le vostre preferite!



Tentazioni di Argeta Brozi 
Avevo preso questo romanzo su consiglio di una amica che conosceva l'autrice ed è rimasto un bel po' nello scaffale. Nel mentre la mia amica lo aveva letto e mi ha detto che non le era molto piaciuto e quindi sono partita male... Però ho provato a leggerlo senza pensare a ciò ma la storia non mi ha preso. La questione che la protagonista Ylenia cerca di conquistare i fidanzati delle amiche per mostrare la loro infedeltà è interessante di per se ma sfruttato male - e forse anche un po' esagerato perché non si salva nessuno se non Brian, l'interesse amoroso della protagonista; secondo e di conseguenza, le donne non possono tradire? Lo so che gli uomini sono "giustificati" più delle donne ed è un problema ancora attuale ma mi pare che nel romanzo sia tutto esagerato e ci si accanisce e condanna solo uno dei due sessi. Insomma fare che una donna tradiva il fidanzato e creare una parità delle situazioni, e mostrare che il tradimento o l'intento di tradire sia grave sempre. Detto questo il comportamento di Ylenia non mi convince e risulta contradditorio in un certo senso, anche quando inizia a piacergli Brian che vuole corrergli dietro e allo stesso tempo abbandonarlo... Cioè un tira e molla che non mi convince. Poi ok l'idea della sospensione dell'incredulità, ma in certi casi è dura. Il viaggio in America della protagonista è nonsense partendo dal fatto che non sa l'inglese, ma sogna di andare a New York perché... Beh tutti lo sognano no? Nuova vita, nuove opportunità in maniera stereotipata senza alcun dubbio. E riesce in questo sogno grazie anche al supporto di una amica americana conosciuta che era in vacanza in Italia anni prima... Nessun problema di visti, permessi ecc anche perché mi è rimasto un dubbio ossia se alla fin fine era un viaggio di piacere o invece era il voler rifare una vita, lavorare e vivere li, ed ecco quindi questo dubbio su carte e certificazioni (che potevano essere un qualcosa in più alla trama o essere liquidate in poche righe, ma essere trattate). Tralasciando però la questione cartacea, diciamo che il punto sta che comunque rimangono un po' nel vuoto le parole sui sogni e sugli incoraggiamenti che Ylena fa e riceve. Insomma per quanto le premesse erano interessanti, l'esecuzione risulta un po' dubbia diciamo, la narrazione poteva essere più chiara, non tergiversare anche su alcune situazioni anche ripetitive oltre al cadere in clichè che uno si trova a non godere la storia sapendo già dove andrà a parare... Peccato, speravo mi piacesse di più
2 stelle



L'anulare di Yoko Ogawa
Una storia particolare di una operaia che dopo aver perso un pezzo del suo anulare trova il nuovo lavoro come segretaria del dottor Deshimaru che si occupa di fare degli esemplari, ossia conservare oggetti ed emozioni che i suoi clienti gli portano e tenerli catalogati nel suo magazzino. La nostra protagonista svilupperà uno strano rapporto con il suo datore di lavoro e abbiamo delle riflessioni sugli esemplari quegli oggetti che provocano ricordi tristi e piacevoli e a cosa siamo disposti a farne, anche a lasciarli in un vasetto e non poterli mai più rivedere. Un racconto interessante, non mi è dispiaciuto anche se assolutamente strano e il finale un po' aperto ma che forse viene lasciato allo spettatore per la sua interpretazione personale - nonostante possiamo dire che il precedente lo renda abbastanza chiaro. Comunque è piacevole anche se mi è rimasto un po' poco a fine lettura; la scrittura è piacevole, la storia appassionante che spinge a voler proseguire la lettura ma arrivata alla fine ero un po' "Tutto qui?", quindi il mio giudizio è positivo ma non troppo.  
3 stelle 



Il suo nome era Gilbert di Keiko Takemiya
Questa è l'autobiografia o meglio memoir di Keiko Takemiya che ripercorre gli inizi della sua carriera e le sue difficoltà nell'ideare e pubblicare Il poema del vento e degli alberi, il manga che ha dato inizio al genere BL e che negli anni 70 è stato uno di quelli che ha rivoluzionato lo shojo in generale. La Takemiya racconta la sua esperienza personale, come era il rapporto tra autore e editor e cosa si voleva da una mangaka; la poca libertà di sperimentare e che lei insieme ad altre autrici che ruotarono attorno al cosiddetto Salone Oizumi cercarono di cambiare, portando nuove storie, tematiche anche legate ai bei ragazzi e all'omoeroticità. Un racconto di quegli anni e della voglia di cambiamento e sperimentazione, ma anche uno sguardo sull'autrice e sulla sua interiorità, i suoi problemi, il suo desiderio di raccontare una storia particolare e alla quale ha lavorato anni, ma anche il suo rapporto con altre autrici. In particolare non si può non citare Moto Hagio, amica e collega ma il suo successo e apprezzamento nel mondo manga ha creato dei sentimenti contrastanti che Takemiya racconta molto bene, in maniera umana che noi possiamo ritrovare nel nostro vissuto, perché anche noi abbiamo provato quel misto di invidia e apprezzamento verso un amico o una persona cara che ci creava anche disagio in sua presenza, dover moderare le parole e non esprimere i nostri veri pensieri a riguardo. Ma tutto questo libro presenta pezzi dove l'autrice si confessa in maniera quasi intima e che colpisce per la sua potenza emotiva, la sua frustrazione di non riuscire nonostante impegno e passione. Insomma un bel volume, preciso per come racconta anche quel periodo storico e cosa ha significato per la storia dei manga; e poi uno sguardo ai retroscena per la creazione di una pietra miliare nella storia del manga. Forse mi sarei aspettata uno sguardo più preciso su manga di per sé, ma mi è comunque piaciuto questo racconto dell'autrice, la sua esplorazione che fa comprendere molte dinamiche editoriali, vecchie e non, e senza volerlo - o comunque senza che fosse l'obbiettivo del racconto - offre anche suggerimenti e consigli per chi vuole creare storie, non per forza manga ma proprio come ideare una storia e come ragionarci in una maniera che possa soddisfare il suo creatore ma anche il pubblico. Si tratta di una bellissima edizione, belle le note, poche ma precise e poi ci sono alcune piccole illustrazioni a colori che rendono questo volume imperdibile per chi ama la Takemiya e le sue opere, ma anche chi vuole capire cosa è successo negli anni '70 e cosa/come delle giovani autrici hanno cambiato davvero il mondo manga una volta per tutte.
5 stelle 

sabato 4 settembre 2021

Manga's Corner #57 Luglio e Agosto 2021


Buongiorno lettori!
Come avete passato l'estate? Quanto avete letto? Io abbastanza, sono molto soddisfatta delle mie letture e adesso ve le farò conoscere ;) Iniziamo dai manga in questo appuntamento di Manga's Corner che riassume anche le mie altre recensioni che non dovete assolutamente perdere. Basta un click per leggerle! Ma iniziamo e non dimenticate di commentare con la vostra opinione su questi titoli e sulle serie che avete letto voi 



Blue Period 6 di Tsubasa Yamaguchi
Yatora deve affrontare la seconda prova dell'esame di ammissione alla Geidai. La sua orticaria però lo fa sentire male proprio quando sta per entrare nell'aula. Riuscirà a resistere per tutti i tre giorni della prova e a fare un dipinto ad olio con un nudo artistico all'altezza per essere ammesso? E se non dovesse passare che farà? Un volume molto interessante con i problemi di salute di Yatora, la sua prova comunque difficile da affrontare dove deve far risaltare il suo pensiero e quello che vuole trasmettere. Non solo: in questa prova abbiamo anche Yotasuke e gli altri compagni e quindi abbiamo l'ansia di vedere chi passerà, chi no e in che modo. Un bel volume, anch'io ho affrontato un esame quasi nella stessa situazione di Yatora e quindi "I feel you bro", ma oltre a questo aspetto più personale e nostalgica, ci sono delle belle riflessioni sul nudo di per sé, che si collega anche al precedente volume con la storia di Yuka e l'autoritratto nudo che lui e Yatora si fanno. Inoltre bello come il nostro protagonista continui ad affidarsi ad Oba (io adoro quella donna!) e ha il suo supporto da lontano, come consigliera per agire al meglio. Abbiamo poi il finale che è una bella sorpresa e avremmo ancora tanto da vedere e scoprire in questa serie. Io sono prontissima a proseguire che al momento nonostante alcuni punti la storia è molto bella e interessante. 



Metamorfosi 2 (di 5) di Kaori Tsurutani
(Non perderti la mia recensione del primo volume!)
La signora Yuki va ad una fiera di manga con Urara, un'esperienza nuova e che unisce le due donne sempre di più. Ma ognuna ha anche la sua vita da affrontare: Yuki come anziana sola anche se la figlia la viene a trovare ogni tanto, mentre Urara con la sua vita da liceale e i dubbi su come relazionarsi con i suoi compagni di classe, i sentimenti e la paura di parlare di manga, di rapportarsi in maniera diversa anche con amici di lunga data e come confrontarsi con loro su tanti temi anche della vita. I sentimenti dei personaggi sono espressi dal disegno che, a volte, non è chiarissimo nel senso che i volti trasmettono sentimenti che ognuno fa propri, interpreta come vuole e si relaziona a queste situazioni comuni a chi ha amici legati ai manga o ai libri, alla condivisione di storie libri e tanto altro. In tal senso è un volume dove non ci sono grandi cose se non la questione appena accennata di Urara che viene spinta da Yuki a provare a disegnare un manga. Ma i disegni e questa storia emozionate colpiscono proprio per questa loro dolcezza e l'empatia che crea tra i personaggi e il lettore.



Sekaichi Hatsukoi La storia di Ritsuo Onodera 3 di Shungiku Nakamura
Continuano le disavventure lavorative di Ritsu Onodera e il non voler ammettere i sentimenti che prova per il suo capo, Takano. Dubbi e paure che non vengono a meno, anzi... La storia della serie procede per una breve parte in maniera classica per poi dedicare buona parte del volume ad un altro editor di Marukawa Emerald, ossia Shota Kisa che ha una cotta per il commesso di una libreria. Però ha paura di avvicinarsi a lui ma allo stesso tempo, quando riuscirà a parlarci, troverà il modo di migliorare anche nel suo lavoro. Ho adorato questa storia, mi piace molto come il commesso, Yukina, ha un carattere solare e praticamente opposto a Shota e quindi è bello vederli interagire. Inoltre nonostante l’iniziale freschezza della storia in seguito affronta temi più seri, vediamo Shota alle prese con un ex con cui aveva solo rapporti sessuali e che non lo lascia in pace e poi il capire i propri sentimenti, accettarli e impegnarsi per concretizzare un eventuale vera relazione. 



Sekaichi Hatsukoi La storia di Ritsu Onodera 4 di Shungiku Nakamura
Si avvicina il Natale, la scadenza per il nuovo numero della rivista Emerald e il compleanno di Takano: che periodo impegnativo per Ritsu! Cosa fare per Takano: festeggiarlo, fargli un regalo? E la sua carriera in redazione potrà davvero avanzare grazie ai burberi consigli dell’uomo? In questo numero però Takano si apre leggermente o in maniera più esplicita dichiara a Ritsu quello che prova - anche se poi torna ad essere il solito dopo questi brevi momenti. Insomma trovo la serie piacevole e divertente, mi prende ma temo che questo continuo tira e molla tra di due protagonisti alla fine annoi quindi spero che qualcosa si concretizzi... Ritorniamo poi Yukina e Shota ed il loro rapporto, ma questo extra ha un finale terribile! Insomma voglio subito il seguito per scoprire cosa accadrà perché sicuramente è un fraintendimento, un momento di crisi dei due che devono far convivere vita privata e lavorativa con il loro essere una coppia... Insomma temi interessanti e sarà curioso vedere come la situazione si evolverà. 



Seraph of the End Guren Ichinose Catastrophe at Sixt
een 9 di Takaya Kagami (storia) e You Asami (disegni)
Un volume che parte con molti feels ed emozioni. Il padre di Guren è condannato a morte e verrà ucciso dagli Hiragi. Guren ripensa al suo passato e trascorre gli ultimi momenti di vita con lui, accettando la sua morte e il suo futuro ruolo come capo degli Ichinose. E infatti deve decidere cosa fare per trovare Mahiru, fermare lei e il misterioso Saito perché il Natale si avvicina e così anche la fine... Mi è piaciuto molto questo volume, la prima parte davvero bella emozionante ed è bello vedere il rapporto tra padre e figlio, mi ha molto colpito. Questo rappresenta poi un punto di svolta per Guren e anche l'inizio della fine per questo prequel di Seraph of the End con l'orologio che ticchetta e il piano di Mahiru che diventa sempre più realtà. E' sempre frustrante arrivare al finale e sapere che dovremmo aspettare minimo 4 mesi per leggere il proseguo, ma è stato davvero un bel volume che mi è piaciuto, ha momenti emozionati, azione ma anche un po' di leggerezza e mistero cosa che caratterizza sempre questo manga.

martedì 31 agosto 2021

Review Party: "Heartstopper Volume 4" di Alice Oseman

Buongiorno lettori!
Sono sempre felice di parlarvi di questa serie che continua ad emozionarmi. Parlo ovviamente di Heartstopper, la graphic novel di Alice Oseman giunta al quarto, penultimo volume per Oscar Vault. Una storia che oltre alla sua dolcezza affronta temi attuali e importanti per giovani e non... Scopriamo insieme questo nuovo capitolo della serie!

Ringrazio la casa editrice Mondadori - Oscar Vault per avermi fornito una copia digitale per poterla recensire 



Titolo: Heartstopper Volume 4
Serie: Heartstopper #4
Autore: Alice Oseman
Casa editrice: Mondadori - Oscar Vault
Data di uscita: 31 agosto 2021
Pagine: 384
Prezzo: 19 (cartaceo); 10,99 (ebook)



Charlie non avrebbe mai pensato che Nick potesse ricambiare il suo sentimento, ma ora sono ufficialmente fidanzati, e Charlie si sente pronto a pronunciare le due fatidiche parole: “Ti amo”. Anche Nick prova lo stesso sentimento, ma ha qualche pensiero in più: non è ancora riuscito a dirlo a suo padre, e in più teme che Charlie soffra di disturbi alimentari. Mentre l’estate volge al termine e un nuovo anno scolastico sta per cominciare, i due ragazzi impareranno molte cose su cosa significhi amare


Nel precedente volume abbiamo lasciato i nostri protagonisti innamorati e felici pur con tanti dubbi. Charlie non sa come dire "ti amo" a Nick visto che ormai la loro relazione è nota a tutta la scuola e i loro sentimenti forti e palesi. Dall'altra Nick è convinto che Charlie abbia un disturbo alimentare e vuole aiutarlo e affrontare l'argomento in maniera giusta, cosa non facile sopratutto quando tocca una persona alla quale si tiene molto... L'estate e le vacanze regalano ancora uno sprazzo di felicità e gioia, ma con l'autunno il problema di Charlie diventerà sempre più forte ed evidente tanto che ci saranno delle dure conseguenze che metteranno alla prova i nostri protagonisti e i sentimenti che prova uno per l'altro.

Questo volume di Heartstopper è molto più serio dopo un inizio al pari dei precedenti, con la denominata "banda di Parigi" che passa dei momenti al mare insieme durante l'ultimo mese di vacanza. Ritroviamo i personaggi e le coppiette che abbiamo conosciuto i precedenza innamorate ma anche alle prese con diversi problemi, legati sopratutto a tematiche LGBTQ. Pur rimanendo sullo sfondo continuo a ribadire che questo cast è molto bello e variegato, una piacevole e divertente aggiunta alla storia di Nick e Charlie. 


giovedì 19 agosto 2021

This Is The End: Haikyu 39/45



Buongiorno lettori!
Felice Haikyu Day a tutti! Oggi infatti si celebra questa serie di Haruichi Furudate e la pallavolo che insomma mi sembrava giusto dare il mio contributo con questo appuntamento di This Is The End dedicato ai volumi conclusivi di questo spokon che mi ha preso tantissimo. Scopriamo assieme il suo emozionante finale <3 


Titolo: Haikyu L'asso del volley di Haruichi Furudate 
Titolo originale: Haikyuu
Edizione italiana: Edizioni Star Comics, 45 volumi, completa 


Haikyu 39 
Ha inizio la partita tra Karasuno e Kamomedai. Guidato da Hirugami e Besho il muro dei gabbiani sta dando problemi ai corvi che non riescono a sfruttare appieno i suoi giocatori, sopratutto Hinata che sembra perdere nella sfida per il titolo di "Piccolo Gigante" con Korai. Un ragazzo segnato dalla sua altezza bassa e però forte e risoluto, che si è impegnato fino in fondo e che raccoglie le simpatie di Udai, il "Piccolo Gigante" che aveva ispirato Hinata a giocare a pallavolo. Una cosa che personalmente non mi è piaciuta anche se il personaggio di Korai è molto interessante e ben delineato in pregi e difetti. Bella l'attenzione al muro del Kamomedai e le analisi che gli spettatori con altrettanti muri potenti (come il Nekoma e il Date Kogyo) danno alle diverse azioni in un misto tra ammirazione per quel muro che mette in difficoltà il karasuno (che li ha battuti) e la voglia dei loro amici-rivali di sconfiggere gli avversari. Si conclude il primo set del match e il secondo inizia con parecchie sorprese e abbiamo Asahi, l'asso, preso di mira... Riusciranno i nostri eroi a batterlo? Sono curiosa di saperlo e comunque -6 al finale T_T



Haikyu 40
Continua la partita tra Karasuno e Kamomedai, una sfida che mette molto in difficoltà i nostri protagonisti. In particolare, come si evince dalla stupenda copertina, Asahi nelle vesti di asso della squadra viene preso di mira: il muro gli sta dietro e diventa difficile per lui superarlo e fare punto. E a guidare questo muro dall'altra parte della rete abbiamo Hirugami, l'inamovibile che però è un personaggio che nasconde molto più di quello che sembra dal suo impassibile e freddo viso. Mi piace molto questo personaggio, mi ha conquistato pian piano nel corso dei capitoli in cui compare lui e la sua squadra e lancia un bel messaggio, di accettare le proprie debolezze e i propri limiti e di saper anche rinunciare quando non riusciamo più. Insomma si diversificano i modi di giocare ed amare la pallavolo e si lasciano aperte molte porte per ulteriori sviluppi di questa partita e dei personaggi coinvolti che comunque vengono approfonditi in vario modo e sotto diversi aspetti, sempre in maniera stupenda. 

lunedì 2 agosto 2021

We Are Number One: Speciale Finder Series di Ayano Yamane Volumi 1/6

 

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di una serie che ho iniziato un po’ titubante. Chi ama il genere BL e yaoi ha sentito sicuramente parlare del manga Finder di Ayano Yamane. Pubblicato e poi interrotto anni fa da Kappa Edizioni e ad inizio 2021 è stato riproposto in una nuova veste da Magic Press. Pareri entusiasti mi hanno un po’ fatto venire i dubbi, accendendo allo stesso tempo la mia curiosità di leggere questa serie manga... Cosa ne penso? Leggete le mie recensioni dei primi 6 volumi e scopritelo in questo nuovo appuntamento di We Are Number One


Titolo: Finder di Ayano Yamane 
Status: in corso, Magic Press, 7 volumi disponibili 


Finder 1 Bersaglio nel mirino
Akihito Takaba è un aspirante fotografo sempre alla ricerca di uno scoop per poter sfondare. Pensa di aver fatto bingo con una foto di Asami, un boss della yakuza che scoprendolo lo ferma e sevizia per non fargli pubblicare quelle foto. Volente o nolente, non abbandonando la sua voglia di fare scoop, Akihito e Asami si continueranno ad incontrare in diverse occasioni e lo yakuza non riuscirà a non tenere le mani lontano dal corpo di Akihito! Ma in Giappone è giunto anche Feilong della mafia di Hong Kong che ha dei trascorsi proprio con Asami e che trova molto interessante anche lo stesso Akihito... Questo è tutto quello che c'è da dire del primo volume di questa celebre serie. Il primo volume infatti procede con altre storie extra e autoconclusive spesso a tema scolastico ma sono comunque carine, simpatiche e ho trovato in generale il volume bello e che lascia voglia di proseguire con la storia di Akihito e Asami. 



Finder 2 Gabbia nel mirino
Abbiamo già visto nel primo volume che tra Asami e Feilong ci sono dei trascorsi e, dopo un capitolo dove vediamo che nonostante ci provi Akihito non riesce a stare lontano dai guai, abbiamo i capitoli di Il fiore in cima all'alto palazzo che ci racconta la vita di Feilong ad Hong Kong, i suoi trascorsi con il padre e il fratello che lo sfruttano quando lui vorrebbe essere più libero di agire visto che ha le capacità per guidare la malavita cinese... E ad aiutarlo indirettamente nella sua scalata ci sarà anche Asami. L'incontro dei due fa davvero scintille sotto tanti punti di vista e mi è molto piaciuto questo flashback davvero bello e interessante. Feilong in un certo senso ricorda un po' Yue Lung di Banana Fish che io adoro e quindi sì, ho una fissa per lui e ammetto che sarebbe stato interessante se il rapporto tra Feilong e Asami si fosse evoluto in maniera diversa, senza un certo fotografo tra le scatole di entrambi... Vabbè, ho comunque la curiosità di proseguire la storia che non è eccezionale, ma mi attira in qualche modo, alla fine ogni volume ti lascia la voglia di proseguire con il successivo. 



Finder 3 Ala nel mirino
Akihito sapeva che avere a che fare con Asami era pericoloso, ma forse non si aspettava così tanto... Feilong infatti lo coinvolge nella sua lotta con l'uomo e rapisce i suoi amici. Riuscirà Akihito a salvarli? E davvero Feilong non lo coinvolgerà più? Quella serpe non lo fa e ci piace, anche se Akihito forse dovrebbe stare un po' più fermo poiché ogni volta ne combina di una e di ogni... Feilong è molto determinato a far capitolare Asami e sa bene come usare il punto debole dell'uomo ossia il nostro fotografo sempre in mezzo ai guai... Insomma si aggiunge un po' di mistery e tensione che non mi dispiace e si esplorano i sentimenti che guidano i due personaggi più belli e interessanti della serie, ossia Asami e Feilong. Poi il volume ha una storiella extra con un Akihito ubriaco a Capodanno che se la prende con Asami, e ritroviamo i nostri studenti liceali che temono che i loro padri abbiano una relazione segreta! Sempre divertenti e simpatici!