f

lunedì 12 aprile 2021

Wrap-Up #40 Marzo 2021


Buongiorno lettori!
Torniamo con le nostre solite rubriche mensili e cominciamo da Wrap-Up! Abbiamo anche alcune graphic novel e manga ma sono contenta dei libri che letto questo mese, diversi e variegati per genere e formato. Scopriteli qui sotto!



Heartstopper Volume 3 di Alice Oseman
Il terzo volume della serie Heartstopper continua in questa dolce storia e nell'esplorazione del rapporto trai due ragazzi. Ma non si tratta solo di loro due che stanno nella loro bolla da innamorati. Le altre persone amiche e non continuano ad essere molto importanti. Siamo ovviamente in un ambiente mooolto aperto e LGTBQ-friendly a volte quasi irreale. Ma forse questo è un bel messaggio di tutta la serie dove sì, ci sono personaggi negativi, situazioni di bullismo o anche solo battutine e commenti negativi, però lascia molta positività e condivisione che ti lascia un po' di fiducia nell'umanità e permette ai giovani lettori di non vergognarsi di ciò che sono. C'è un cast molto variegato e interessante che esplora l'amore e la sessualità sotto diversi aspetti e anche con diversi ritmi.. Mi piace come abbia più spazio che in precedenza come anche gli altri personaggi che hanno dei momenti dove sono protagonisti e hanno delle situazioni che riguardano loro soltanto. E' un volume stupendo anche perché pur avendo una sua logica e un suo inizio e una sua conclusione - Nick e Charlie che vogliono rendere pubblica la loro relazione ai loro amici con tutti i dubbi su quando e come farlo rimanendo loro stessi - continua con la storia raccontata in precedenza e lasciando anche alcune situazioni irrisolte e che non vediamo l'ora di vedere esplorate nei successivi volumi. Intanto ci rileggiamo i precedenti per poter continuare a sospirare per la dolcezza dei suoi protagonisti e del loro candido amore <3
5 stelle



La città di vapore di Carlos Ruiz Zafon
Sono rimasta molto scossa dalla morte di Carlos Ruis Zafon, più di altri scrittori deceduti che mi hanno rattristato ma nessuno come lui. Sono molto affezionata ai suoi libri e serbo un piacevole ricordo di un incontro con lui a Venezia durante un evento. Quindi non potevo non perdermi questo suo ultimo libro, una raccolta di racconti tutti più o meno collegati alla sua saga più famosa, Il cimitero dei libri dimenticati. Ritroviamo i personaggi che abbiamo incontrato in precedenza in momenti unici e mai visti, piccoli retroscena molto belli ed emozionanti. Il racconto più bello e che ho preferito in assoluto è quello Il principe del Parnaso, una specie di piccolo prequel a tutta la serie, che esplora come nasce il famoso cimitero dove Daniel si addentra ne L'ombra del vento e che ci ha regalato molte avventure. Insomma un volume a mio parere imperdibile per chi ha amato questo scrittore, il suo modo di raccontare e mischiare fantasia e realtà e vuole un ultima volta ritornare a vivere straordinarie avventure tra le sue pagine
5 stelle



Train Man
Un forum di scambio dove un giorno un ragazzo racconta di aver salvato da un molestatore una ragazza su un treno; lei vuole parlargli per ringraziarlo e il ragazzo, denominato Train Man, chiede consigli agli avventori del forum e li aggiorna su questa strana storia d'amore che sta sbocciando... Idea carina, ma prendendola da un vero forum avrei voluto un po' più di editing magari togliere o spiegare alcune cose meglio, visto che quelle poche parti sono un riassunto di ciò che è successo prima o dopo con delle domande retoriche che dovrebbero invogliare la lettura... Poi ho trovato alcune scelte di traduzione un po' discutibili (una su tutte chocchate? Grammaticalmente esiste?). Rimane scorrevole e carina, realistica nonostante tutto ma niente di che. Una cosa un po' fine a se stessa e si, anche il dubbio che sia tutto falso...  Non da buttare ma neanche un capolavoro.
3 stelle

martedì 6 aprile 2021

Review Party: "Motion Il moto dei cuori" di Penny Reid


Buongiorno lettori!
Spero abbiate passato bene la Pasqua e quale modo migliore per digerire uova, colombe e agnello se non con una bella lettura? Come parte del Review Party del nuovo romanzo di Penny Reid, adesso vi presento Motion Il moto dei cuori, un romanzo dove fisica e glamour si incontrano e scontrano. Venite a conoscere la fisica Mona, il suo incontro con il musicista Abram e tutte le incomprensioni che si creeranno...


Ringrazio la casa editrice Alway Publishing per avermi fornito una copia digitale del romanzo per poterlo recensire!


Titoli: Motion Il moto dei cuori
Serie: Le Leggi della Fisica #1
Autore: Penny Reid 
Casa editrice: Always Publishing
Data di uscita: 1 aprile 2021
Genere: New Adult
Pagine: 240
Prezzo: € 13.90 (cartaceo), € 4.99 (ebook)


Una sola settimana.
Una casa vuota.
Una ragazza geniale.
Un aspirante musicista.
Un’enorme menzogna.
Cosa potrebbe andare storto?

Mona DaVinci è una giovane promessa della fisica. La ricerca è la sua vita, nulla può distoglierla dai propri obiettivi. Quando ci si diploma a quindici anni e si inizia un dottorato di ricerca a diciannove, infatti, non si ha tempo per distrazioni. Mona ne è consapevole, per questo anche il divertimento per lei è programmato.
La sua gemella Lisa, però, non sembra pensarla così. Più vicina allo stile di vita dei loro genitori, due super celebrità, con i suoi colpi di testa lei offre di continuo materiale ai tabloid. La sua ultima bravata, tuttavia, le è costata la prigione e adesso Mona è costretta ad impersonare Lisa per nascondere ai genitori l’arresto della sua gemella. Ritornare nella casa di famiglia per una sola settimana non le sembra un compito troppo difficile, finché non scopre di doverla condividere con un guardiano: il migliore amico di suo fratello, Abram.
Abram è un aspirante musicista di talento che stabilisce da solo le sue regole, senza programmi e pianificazioni. Dovrebbe rappresentare tutto ciò che Mona detesta, eppure lei se ne sente attratta da subito. La chimica tra loro è esplosiva. Nonostante Abram non conosca la verità sullo scambio, Mona per la prima volta inizia a considerare l’idea di abbandonarsi alle proprie irrazionali emozioni senza rimpianto, anche a costo di menzogne e sotterfugi. Le bugie, però, aleggiano sulla sua testa come una minaccia, una bomba ad orologeria pronta ad esplodere.
La rivelazione della vera identità di Mona la unirà ad Abram ancora di più o ferirà in maniera irrevocabile l’unico ragazzo che abbia mai toccato il suo cuore?


Mona è un genio che a soli 19 anni ha una carriera da fisica molto promettente. Non come sua sorella gemella Lisa, socialite folle e ribelle che è finita in prigione... Ma solo Mona e la sua migliore amica Gabby lo sanno. Lisa lo vuole tenere nascosto alla stampa e ai loro genitori, quindi chiede a Mona di essere lei per una settimana, di tornare a casa e fingersi lei mentre cerca di uscire al più presto da galera. Titubante Mona accetta, ma vestire i panni di sua sorella così diversa caratterialmente non è facile... Per non parlare poi di Abram, l'house sitter che deve tenere sotto controllo Lisa. I due sembrano avere dei trascorsi che Mona dovrà capire per non farsi scoprire. E anche resistere a quell'affascinante aspirante musicista, in un turbinio di emozioni che non ha mai provato prima...

Motion Il moto dei cuori è un romanzo che parte con una premessa improbabile e a volte irrealistica ma che procede bene. I trascorsi delle due sorelle e la loro famiglia strana vengono ben presentati e raccontati. In particolare Mona è un personaggio ben esplorato. Ricorda un po' Sheldon Cooper di Big Bang Theory, quindi un genio un po' fissato e che a volte non si lascia andare, ligia alle regole e paurosa... Insomma è un personaggio ben delineato in pregi e difetti e un pochino, per alcuni aspetti, mi sono riconosciuta e quindi affezionata a lei, curiosa di vedere come reagirà in questa situazione così lontana dalla sua confort zone. 

lunedì 15 marzo 2021

We Are Number One #30 When a Boy Meets a Boy Vol. 3: Hanger - Caste Heaven - BL is Magic




Buongiorno lettori!
Torniamo a parlare di amore e di Boys Love! Ecco quindi un nuovo appuntamento di We Are Number One nella sua rubrica dedicata ai primi volumi di BL, When a Boy Meets a Boy (qui i precedenti "volumi"). Parliamo di tre serie molto diverse ma belle a modo loro, dal futuristico Hanger alla scalata per il potere nel liceo di Caste Heaven e poi la magia e il divertimento di BL is Magic. Voi da quale volete iniziare?



Hanger 1 (di 5) di Hirotaka Kisaragi 
In un futuro lontano, ma non troppo esistono delle potenti droghe che cambiano e rafforzano l'essere umano. Ma alcuni di questi druggers sono condannati a lavorare con la polizia per trovare i loro simili. Denominati Hanger, a seconda dei loro incarichi, le loro condanne centenarie sono ridotte. Protagonisti della storia sono il Keeper Hajime Tsukumo, una nuova recluta in coppia con il ribelle e scorbutico Hanger Zeroichi. Con una perdita di memoria che non gli fa ricordare chi era prima di essere incarcerato, e quindi i motivi per cui è diventato un druggers, unito all'ingenuità di Hajime, i due sono una coppia un po' problematica e che non si sa come possano collaborare. Ma la buona volontà di Hajime farà cambiare un poco Zeroichi e sperare che la sua condanna diminuisca... Un mondo molto interessante e ben presentato e che c'è curiosità di indagare di più. Gli Hanger infatti presentano elementi interessanti e non del tutto spiegati che Hajime scoprirà grazie a nuove coppie che entreranno nella metà del volume. Menzione d'onore a Hibiki Masato e Hitotsuki Hashima, serio e freddo il primo, solare e allegro il secondo, sono proprio l'opposto di Hajime e Zeroichi sul lavoro e infatti metteranno i bastoni tra le ruote ai nostri protagonisti mentre cacciano criminali, e aggiungeranno anche nuove elementi che spero siano indagati ulteriormente nei successivi volumi di questa serie che ho davvero la curiosità di proseguire. Molto bello anche il disegno e il design di questa serie che promette molte altre sorprese.
4 stelle



Caste Heaven 1 di Chise Ogawa
Siamo in un liceo dove la gerarchia è decisa dal "Gioco delle Carte", una caccia al tesoro dove chi becca la carta dal valore più alto più ha potere. In cima c'è il King e tutti sono sottomessi a lui e al suo volere, soprattutto i Target, l'ultimo gradino della piramide, bersagliato da quelli che stanno sopra. Azusa è il King di turno e vuole continuare ad esserlo anche nel prossimo Gioco. Ma Karino, il suo sottoposto che doveva aiutarlo ad ottenere quella carta importante, lo tradisce e diventa lui il nuovo re della classe. Azusa ora è un Target e Karino lo umilia anche sessualmente vendicandosi di tutti i soprusi che ha subito... Come si potrà evolvere il loro rapporto quando uno non sembra poter fare a meno dell'altro, in un rapporto dove forse non c'è solo odio e vendetta... E poi il loro passato e la loro voglia di rivalsa l'uno sull'altro non è solo legato alle loro famiglie, alle pressioni e ai desideri personali? La premessa della storia mi piace e intriga, la trovo molto interessante anche se ci sono momenti non consensuali che non si possono non citare o calcolare nel dare un giudizio della serie. Sono legati alla serie e alla sua trama, ma questo non li rende meno gravi; anzi ribadisco che queste cose sono da segnalare in tutte le serie e non solo in quelle che ci piacciono un po' meno... Si tratta di un mio parere personale a seguito di recensioni di varie serie che ho letto. Ripeto però che Caste Heaven mi ha incuriosito e vorrei proseguirla perché sono lasciate aperte molte questioni e i personaggi possono ancora essere esplorati e raccontati in maniera più profonda... Inoltre, escludendo la coppia principale di Azusa e Karino, ne abbiamo un'altra ancora più interessante: Kusabe, il Target che è aiutato dal misterioso Kuze per scalare la classifica e non essere più bersagliato dai compagni. Ma perché fa così? Che motivazioni ci sono? E Kusabe riuscirà a mantenere il suo carattere più puro e dolce quando il potere ti porta ad essere cattivo? Questa coppia mi piace molto molto e viene introdotta bene, un po' defilata agli inizi e poi sempre più presente con dei capitoli dedicati a loro. Tutte le diverse relazioni sono ben spiegate e raccontate e si prospettano degli interessanti sviluppi per i successivi volumi... 
Quasi 4 stelle 
(rispetto ad altre serie da 4 stelle l'ho preferita meno ma allo stesso tempo non merita un 3,5)

giovedì 11 marzo 2021

Wrap-Up #39 Gennaio e Febbraio 2021


Buongiorno lettori!
Dopo i manga continuiamo con i libri! Sono felice di aver partecipato ad alcuni bei Review Party che qui trovate riepilogati e poi ho letto dei bei libri, mal quanto lunghi che quindi hanno occupato molto ma mi hanno soddisfatto. Scoprire questi titoli continuando la lettura di questo Wrap-Up! E voi cosa avete letto di bello in questi mesi?



La regina del nulla di Holly Black

(Un estratto della mia recensione!)
La Regina del Nulla vuole chiudere una trilogia avvincente e che ha dato uno sguardo particolare al mondo delle fate che non è così pacifico e magico come credevamo... Anche in questo volume vediamo incantesimi e magie, profezie che si avverano anche se i protagonisti non vogliono, ma una parte sempre presente e interessante è quella dedicata alla politica e alla strategia, cose che sono poco magiche e molto umane. Jude analizza tutto, gli altri e anche cosa lei deve fare facendo le sue scelte in autonomia. Ma non è mai stata calcolatrice e indifferente ai sentimenti, anche se a volte rimangono molto difficili da interpretare. Come il caro Cardan. Mi è piaciuta molto la sua evoluzione e in questo volume vediamo la sua crescita, il prendere coscienza del suo ruolo di sovrano, il prendere le decisioni in autonomia (senza essere manovrato da Jude o da altri) e per il bene del suo popolo. In questo volume c'è molta più azione del precedente e anche se alcuni aspetti possono essere intuiti dal lettore, altri continuano a sorprendere e rendere la lettura molto interessante e avvincente. Detto ciò mi è piaciuto molto tutto quanto, anche come viene risolta la situazione, ma quell'epilogo... Non è brutto, ma incompleto. Ci da un piccolo assaggio di "E se...?" ma finisce lì. Insomma capisco cosa voleva fare l'autrice, ma far chiudere tutta la trilogia così mi ha fatto storcere il naso. Non che rovini tutto quello che viene prima, però indubbiamente, per come la storia si era evoluta, mi aspettavo una conclusione migliore. In ogni caso è una trilogia che consiglio caldamente perché ha tutto quello che un lettore anche giovane cerca e vuole in una serie fantasy e ci viene presentato molto bene e lasciandoci (epilogo a parte) molto soddisfatti di questo viaggio nel mondo magico.
4,5 stelle



Fox di S. M. Lumetta 
Fox è un romance pieno di scene piccanti, ma questo non rende la trama meno sviluppata come neppure la sua protagonista. Sophie è sarcastica e divertente, si prende in giro, ma sa che si trova in una situazione delicata che la metterà a dura prova emotivamente e psicologicamente. Pensa appunto che sarà facile e il coinvolgimento di Fox sia la cosa migliore per lei, ma non è così... Amici d'infanzia che hanno sempre scherzato sul diventare più intimi, ma quando lo diventeranno per davvero, questa unione fisica tra i due cambierà le cose e mostrerà anche dei lati inediti uno all'altra. Fox non è solo uno che si diverte con le donne, consapevole del suo fascino, ma anche bravo nel suo lavoro e nei momenti giusti smette di essere un cazzone, ma starà al fianco di Sophie come è giusto che sia. E' un romanzo con una premessa semplice e che ad un certo punto sembra perdersi nelle scene di sesso tra i due protagonisti, ben fatte e "con un motivo", ma allo stesso tempo, arrivati alla metà, un po' troppe e che sembrano sovrastare tutta la trama. Ma poi la storia si riprende sul finale diventando molto emozionante con Sophie che dovrà prendere delle scelte e aprire il suo cuore a Fox. Insomma una storia piacevole e interessante che non posso non consigliare a chi certa una storia spiritosa, piccante, ma anche romantica.
4 stelle 



Il ragazzo ideale di Sarina Bowen e Elle Kennedy 
Il ragazzo ideale è un romanzo a due voci, quelle alternate dei due protagonisti, Jess e Blake. Lei è una ragazza seria, ha cambiato spesso passioni e mestieri, sente la pressione della sua famiglia che l’ha supportata anche se non vuole più dipendere da loro e fallire: vuole essere indipendente e di successo. Dopo l'organizzazione del matrimonio di suo fratello, ha capito di voler essere una infermiera. Deve quindi tornare a studiare per diventarlo e non è così facile: si sente insicura rispetto ai suoi compagni di corso, più giovani e preparati, non sa se potrebbe farcela a lavorare con persone malate o anziane. E poi c'è Blake. Lui la distrae dallo studio, ma semplicemente la sua presenza la mette a dura prova... Dopotutto abbiamo tutti conosciuto una persona che diciamo che ci sta sulle scatole, ma poi sotto sotto la sua compagnia ci piace... Jess è un bel personaggio, determinato e divertente, ci si può riconoscere in lei e nel suo buon cuore. Forse però sì, al posto suo non avremmo trovato la compagnia di Blake così brutta, anzi! I due personaggi sono ben presentati e raccontati nelle loro diverse sfaccettature. E la storia pur rimanendo un classico romance dove i due protagonisti si odiano e finiscono per piacersi conoscendosi sempre di più, riesce a divertire ed emozionare parecchio senza mai annoiare. Ho trovato infatti che ci fosse un buon equilibrio tra le diverse parti, tra quelle più serie e drammatiche e quelle più divertenti, anche quelle bollenti, ben calibrate e che sono un giusto intervallo tra il tira e molla di Jess e Blake, che si vogliono e non si vogliono, con Blake malizioso e che stuzzica Jess che lo allontana con sarcasmo, almeno fino a quando capirà di non poter stare più lontana da lui... Insomma cosa potremmo chiedere di più ad un romance se non un protagonista maschile affascinante e del quale ci innamoriamo subito, di una protagonista determinata pur con tutte le sue insicurezze come noi tutte, e una storia dove quando si incontrano i due fanno davvero scintille che percepiamo attraverso la carta o lo schermo del Kindle?
5 stelle



L'odore della morte di Irene Catocci
Una storia molto interessante fin dalle prime pagine. Ho poi realizzato che era il seguito di un altro romanzo, L'odore del sesso sempre di Irene Catocci, ma devo essere sincera che tranne alcuni punti che non capiamo i riferimenti a questo primo romanzo si apprezza molto comunque. Ci si concentra infatti su Davide e questa sua nuova vita in Svizzera. Una vita che cerca di essere tranquilla, ma non riesce. Infatti è molto crudo e presenta scene violente e di sesso non adatti a tutti e che possono sconvolgere. In tal senso è un romanzo duro da digerire con anche la scrittura che non si risparmia, ma anzi descrive tutto e spesso con molti dettagli e un linguaggio che chiama le cose con il loro nome. Credo che questo sia da specificare per chi vuole approcciarsi a questa storia. Ma questo romanzo presenta delle analisi molto precise e interessanti su Davide, la sua mente malata frutto di quello che ha vissuto in passato, della madre e dei suoi comportamenti e poi tutto il resto che lo ha segnato. La solitudine, la gelosia, il sesso come valvola anche di sfogo che però deteriora in una ossessione sempre più incontrollabile... Forse noi non cadiamo in questo baratro, ma i suoi sentimenti in parte sono comprensibili e umani. L'amore verso Noah non lo fa ragionare e alla fine dovrà tornare da lui dopo averlo abbandonato... Trovo che questi aspetti psicologici siano il punto di forza di L'odore della morte. Anche le spiegazioni della storia sono quasi sempre chiare e precise (anche troppo >,<) tranne in alcuni punti sopratutto nella parte finale che ho trovato un po' pesanti. Anche il finale è stato molto interessante soprattuto per la questione che lascia uno spiraglio a quella che inizialmente pareva una conclusione definitiva... Ammetto che non mi dispiacerebbe un vero e proprio seguito che possa dare una chiusura a questa storia che prende nonostante sia malata e non facile da digerire...
4 stelle



Midnight Sun di Stephenie Meyer 
Quanto a lungo i fan di Twilight hanno atteso questo romanzo? Troppo, e forse non speravamo più che uscisse visto che il decimo anniversario ci aveva dato Life and Death. Però alla fine è uscito, infine... Detto questo non voglio entrare in discorsi di marketing che ovviamente ci sono, ma voglio solo dire che non riguarda solo questa saga disprezzata da molti. Però ecco non fate i moralisti ipocriti che se la vostra saga preferita ha un sequel siete felici mentre per gli altri "è tutto marketing" perché i soldi ci sono sempre dietro... Chiarita questa questione, questo romanzo con il punto di vista di Edward alla storia mi è molto piaciuto. Ho trovato interessante leggere i suoi pensieri e vedere cosa ha pensato fin dal primo incontro con Bella, le emozioni forti e contrastanti che ha provato e che ha dovuto combattere. Certo, non posso negare che alcuni punti erano un po' pesanti e confusi in un certo senso, ma ripeto interessanti per la maggior parte, in linea con il personaggio e il suo vissuto. Mi è anche molto piaciuto lo sguardo che viene dato alla famiglia Cullen e ai loro rapporti cosa che abbiamo visto poco in tutta la serie principale. Vediamo anche meglio i loro poteri in particolare le parti dove Edward vede le visioni di Alice sono molto "Wow", anche se nuovamente alcuni punti risultano un po' confusi, sopratutto la parte finale legata a James e Bella. In generale però l'ho trovato un bel romanzo. Ovviamente è indirizzato ha chi ha letto la Twilight Saga e ne sia fan (a meno che non siate più masochisti di Edward che vi volete sorbire un mattone simile di una serie che non vi piace... mah) e quindi da fan credo che si rimane molto soddisfatti nonostante tutto. Edward è ben esplorato e lo comprendiamo meglio, ci si innamora nuovamente di lui <3 Inoltre si scoprono nuovi dettagli e storie che aggiungono qualcosa in più, cosa che personalmente reputo sia importante quando si vuole raccontare una storia ma da un diverso POV. Inoltre non rileggevo Twilight da un po', ma ho rivissuto le stesse emozioni della prima volta e mi ha fatto sentire bene. Per me, nonostante tutte le critiche, rimane una serie del cuore ed è stato bellissimo riviverla ancora una volta e dal punto di vista del mio personaggio preferito. 
5 stelle 

lunedì 8 marzo 2021

Manga's Corner #53 Gennaio e Febbraio 2021


Buongiorno lettori!
Dopo due mesi finalmente tornano le nostre solite rubriche mensili! Iniziamo dai manga (dei quali non ho parlato molto ultimamente ahahah XD), con un Manga’s Corner abbastanza ricco e spero che sia di vostro gradimento! 
Avete letto anche voi qualcuno di questi titoli? O cosa altro avete letto di bello? Fatemelo sapere nei commenti!



Seraph of the end 21 di Takaya Kagami (storia) e Yamato Yamamoto (disegni) 
Passato e presente si scontrano in questa battaglia decisiva. Noya, il demone della spada di Guren esce fuori per combattere e Yu deve fare un patto con il suo demone, Ashuramaru, per avere la forza di mettere in difficoltà Guren per poter fuggire, riunirsi con Shinoa e gli altri per poter fare un piano. Ma sarà in realtà Mika e dare tutto se stesso per poter salvare Yu, la sua famiglia, la persona alla quale vuole più bene e per il quale è disposto a tutto. Mi piace molto che la parte del passato dei demoni si trasferisci nel presente, non è più un solo flashback e anzi i loro rapporti tornano e si concretizzano. Perché si, questa serie rimane un po' complessa da seguire sopratutto visto che i suoi volumi escono ogni 4 mesi circa che è quasi scontato dimenticare le cose... Ma apprezzo la sua alternanza, almeno nell'uscita italiana, con lo spin-off di Guren con alcuni elementi che collegano le sue serie e che si apprezzano proprio per questa alternanza. Per il resto un finale pieno di azione, molti elementi che continueranno nel prossimo volume e che non vedo l'ora di leggere visto anche il finale molto sconvolgente e con la vita di un personaggio sul bilico... 



La promessa della rosa 7 di Kaho Miyasaka
Iroha e Retsu hanno fatto l’amore e sono più che mai pronti a sposarsi. La ragazza ha ritrovato la memoria e sono innamorati pronti ad affrontare la vita insieme... L’unica cosa che rimane da sistemare riguarda la persona che ha rapito la ragazza ossia Yukihiko, una vecchia conoscenza non solo di Retsu, ma anche di Iroha che ha rimosso a seguito del suo incidente alla schiena. Questa parte è interessante e si mischia abbastanza bene con la storia principale finora raccontata senza stonare troppo. Dall’altra è un volume che sembra chiudere quasi definitivamente la storia, ma avremmo almeno un altro volume. Che di per se ci sta, sarà bello vedere che pur essendo sposati i problemi non finiscono per i due ragazzi. Dall’altra voglio sperare che i nuovi elementi non siano troppo ripetitivo e stancanti che rovinerebbero una serie che se fosse finita con questo volume sarebbe stata molto bella. Scende una lacrimuccia anche ai più scettici... e quindi speriamo bene per i successivi! 



Coyote 3 di Ranmaru Zariya
Marlene giunge nel covo dei lupi mannari in un  tentativo disperato di rivedere Lili, ossia Coyote. Il suo arrivo crea un po’ di confusione anche se i licantropi lo tengono prigioniero con l’idea di sfruttarlo per un qualche scambio o ricatto con i cacciatori... Marlene non vuole la guerra, ma chiudere la questione in modo da poter anche vivere la sua storia con Lili in maniera serena, ma potrà farcela? I lupi capiranno le sue buone intenzioni o no? E Coyote si farà vedere o lo eviterà anche se tormentato dal Calore che sta per giungere con la luna... Un bel volume perché mostra bene quanto sia forte il legame tra i due protagonisti e come sopratutto Marlene sia disposto anche a rischiare la sua vita. Ma anche Coyote si farà avanti con il suo silenzio e i suoi piccoli gesti. Inoltre tutta la questione della lotta tra lupi e cacciatori è ben raccontata e si da una linea da seguire, si indica quale sarà l’obiettivo della serie che non riguarda solo Marlene e Coyote che troveranno il modo di stare insieme, ma anche contribuire a mettere fine ad una guerra troppo lunga e piena di sofferenza per tutti. Insomma bel volume, piacevole però ci vorranno tantissimiii mesi prima di poter leggere il successivo T_T 



Rikudo 20 (di 23) di Toshimitsu Matsubara
La sfida tra Riku e Hyodo procede senza esclusione di colpi con anzi i due che mettono tutto loro se stessi e ferendosi in maniera forte, rischiando che uno dei due abbandoni lo scontro o sia il suo allenatore a farlo scendere dal ring... Uno scontro dove vediamo i pensieri e i rimpianti dei ragazzi con le loro madri, in particolare Riku con la sua in punto di morte ma con Naeshiro al suo capezzale. Potrà riuscire a salutarla? Ma lo vuole davvero? Una bellissima e toccante conclusione che procede per tutto il resto del volume. Forse era un risultato scontato, ma non per questo non trattato con cura. Anzi! Belli anche i piccoli paralleli tra il padre di Hyodo e il signor Tokorozawa e al loro scontro parecchi anni prima. Peccato che quest’ultimo rimanga lontano e con Riku non ha più legami e io non so... Tokorozawa why??? Ci stiamo anche avvicinando al finale della serie e non so cosa accadrà. Tocca a Tsubaki battersi con l'attuale campione del mondo, l'inglese David Khan, ma poi? Sono curiosa e un po’ spaventata che forse con qualche cambiamento questo volume poteva avere un bel finale alla storia di Riku sotto molti aspetti. 

martedì 2 marzo 2021

Review Party: “Heartstopper Volume 3” di Alice Oseman

Buongiorno lettori!
Torno a parlare di una serie che continua a piacermi sempre di più, ad ogni volume che esce Si tratta della graphic-novel di Alice Oseman Heartstopper, della quale oggi esce il terzo volume per Oscar Vault! Vi siete persi i precedenti volumi? Mettetevi in pari subito e scoprire cosa accadrà a Nick e Charlie in questo terzo capitolo... 

Ringrazio la casa editrice Mondadori - Oscar Vault per avermi fornito una copia digitale del volume per poterlo recensire!


Titolo: Heartstopper Volume 3
Serie: Heartstopper #3
Autore: Alice Oseman
Casa editrice: Mondadori - Oscar Vault
Data di uscita: 2 marzo 2021
Pagine: 384
Prezzo: 10,99 (ebook), 19 (cartaceo)



Charlie non avrebbe mai pensato che Nick potesse ricambiare il suo sentimento, ma ora sono ufficialmente fidanzati, e Nick ha anche trovato il coraggio di dirlo a sua madre. Ma ora deve dirlo anche agli altri; e la vita non è sempre semplice, anche se hai accanto qualcuno che ti ama. Heartstopper parla di amicizia, amore, lealtà, salute mentale. Unendo le storie private di Nick e Charlie, finisce per parlarci di qualcosa di più grande, che interessa tutti noi.


La storia di Nick e Charlie prosegue più dolce che mai... I nostri due innamorati stanno insieme e dopo  che Nick ha fatto coming out con sua madre, Charlie avvisa la sua famiglia della loro relazione. Ma i loro amici e compagni di scuola? Quando e come dare la notizia non è facile, come neppure baciarsi e avere contatti “non proprio da amici" tra i banchi di scuola senza essere scoperti... Sarà una gita scolastica a Parigi a cambiare la situazione, a costringere i ragazzi a prendere una decisione e agire... Ma intanto l'ansia si ripresenta in Charlie dopo tanto tempo. Non vuole che Nick sia bullizzato come lui e per questo alcune brutte abitudini si ripresentano preoccupando proprio Nick...  

Il terzo volume della serie Heartstopper continua in questa dolce storia e nell'esplorazione del rapporto trai due ragazzi. Ma non si tratta solo di loro due che stanno nella loro bolla da innamorati. Le altre persone amiche e non continuano ad essere molto importanti. Siamo ovviamente in un ambiente mooolto aperto e LGTBQ-friendly a volte quasi irreale. Ma forse questo è un bel messaggio di tutta la serie dove sì, ci sono personaggi negativi, situazioni di bullismo o anche solo battutine e commenti negativi, però lascia molta positività e condivisione che ti lascia un po' di fiducia nell'umanità e permette ai giovani lettori di non vergognarsi di ciò che sono.

martedì 16 febbraio 2021

Review Party: "L'odore della morte" di Irene Catocci

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un romanzo thriller che forse non è per tutti ma mi ha molto preso e appassionato... L'odore della morte è il secondo romanzo di Irene Catocci della sua Dilogia, ma che si riesce ad apprezzare anche senza aver letto il primo volume. Una storia molto forte ma senza dubbio interessante per la grande caratterizzazione dei suoi personaggi, in particolare il protagonista Davide... Scopritelo nella mia recensione qui sotto!

Ringrazio la casa editrice Ode Edizioni per avermi fornito una copia digitale del romanzo per poterlo recensire


Titolo: L’odore della morte 
Serie: Dilogia #2
Autore: Irene Catocci 
Editore: Ode Edizioni 
Data di uscita: 10 febbraio 2021
Genere: Thriller 
Pagine: 200 
Prezzo: € 2.99 (ebook); € 12.99 (cartaceo)



Avers. Cantone dei Grigioni.
Gli abitanti della valle, sperduta tra le montagne svizzere, si domandano chi sia lo straniero che alloggia nella baita isolata. È schivo, taciturno e, ne sono sicuri, nasconde un segreto.
Davide Profeta, ricercato dalle forze dell'ordine italiane, si è creato una nuova identità, indossando una delle sue innumerevoli maschere, che riescono a farlo sentire sicuro: un uomo come tanti, senza un passato e con il futuro da costruire.
Davide ha un segreto che se rivelato manderà all'aria l'intera messinscena.
L'arrivo in città di un giovane transessuale, però, cambierà le carte in tavola. Davide ripercorrerà una strada che credeva ormai superata, un viale insanguinato e intriso di ricordi che credeva di aver sepolto a stento nella memoria.
La belva, anche se ridotta in catene, conserva lo spirito che la rende tale. E così farà Davide: per non essere divorato dalla nostalgia, farà riemergere dalle ceneri di un passato troppo vicino la sua natura più nascosta, uccidendo. Ancora.


Davide ha lasciato la sua vita e fuggito in Svizzera. Si nasconde in un piccolo paesino di montagna, cercando di apparire normale e non mostrare i suoi tormenti interiori... Nei panni di Abel però arriverà ad un certo punto che non potrà più tenere dentro la sua vita precedente, lasciando perdere chi ha abbandonato, il suo amato Noah. Ma questi ricordi risvegliano anche i suoi istinti omicidi fino al punto di non ritorno... L'odore della morte è un romanzo thriller dove vediamo la discesa del suo protagonista dove trascinerà dietro tante vittime innocenti della sua follia.

Una storia molto interessante fin dalle prime pagine. Ho poi realizzato che era il seguito di un altro romanzo, L'odore del sesso sempre di Irene Catocci, ma devo essere sincera che tranne alcuni punti che non capiamo i riferimenti a questo primo romanzo si apprezza molto comunque. Ci si concentra infatti su Davide e questa sua nuova vita in Svizzera. Una vita che cerca di essere tranquilla, ma non riesce. Infatti è molto crudo e presenta scene violente e di sesso non adatti a tutti e che possono sconvolgere. In tal senso è un romanzo duro da digerire con anche la scrittura che non si risparmia, ma anzi descrive tutto e spesso con molti dettagli e un linguaggio che chiama le cose con il loro nome. Credo che questo sia da specificare per chi vuole approcciarsi a questa storia.