f

mercoledì 31 maggio 2017

Recensione: "A casa prima dell'alba" di Alexis Harrington

Buongiorno lettori!

Oggi vi parlo di un romanzo storico ambientato durante l'Influenza spagnola che colpì gli Stati Uniti durante la Prima Guerra Mondiale. Non che A casa prima dell'alba di Alex Harrington parli solo di malattia, ma anche di una storia d'amore alquanto tormentata e di una donna avanti rispetto alla sua epoca.

Pronti a scoprirne di più? Continuate a leggere la mia recensione!



Titolo: A casa prima dell'alba
Autore: Alexis Harrington
Casa editrice: Amazon Crossing
Data di uscita: 22 marzo 2016
Pagine: 318
Prezzo: 3,99 (ebook); 9,99 (cartaceo)


Ottobre 1918: in viaggio da New York a Seattle, Jessica Layton si ferma per una breve visita nella sua cittadina natale, Powell Springs, nell’Oregon, e si trova faccia a faccia con Cole Braddock, il suo primo e unico amore di molti anni prima. Ora Jessica è un medico affermato che si sta preparando per un nuovo importante incarico nello Stato di Washington, e Cole è un allevatore di cavalli di successo, che sta corteggiando la sorella di Jessica, Amy. 
Entrambi sono convinti di aver superato la loro passione giovanile, e il dolore che ne era derivato. Ciò nonostante, i due considerano un bene che la visita di Jessica sia così breve da non lasciare alcuna opportunità di riaprire vecchie ferite. Ma prima che il dottor Layton possa ripartire, Powell Springs è colpita duramente dall’epidemia di influenza che sta devastando il Paese. Senza altri medici disponibili, Jessica deve restare nell’Oregon e curare i suoi vecchi amici ed ex-vicini di casa. Il suo lavoro la porta costantemente in contatto con Cole, che giorno dopo giorno trova sempre più difficile convincersi che la dolce Amy possa riempirgli l’anima come aveva fatto una volta Jessica. 
Ambientato durante l’epidemia del 1918, con la Prima guerra mondiale sullo sfondo, in tutta la sua crudezza, A casa prima dell’alba è una storia aspra e avvincente di tradimenti, sofferenza e redenzione.


Jessica ha lasciato Powell Springs per diventare medico; dopo molti anni, prima di recarsi a lavorare in un prestigioso ospedale, decide di passare per la sua città natale per salutare sua sorella Amy che si è fidanzata con Cole, il ragazzo di cui Jessica era innamorar,a ma che l'ha abbandonata. O almeno così credeva... Quello che Jessica pensava sarebbe stato un soggiorno breve non si rivelerà tale perché un'epidemia di influenza colpisce la cittadina e senza un medico presente Jessica si sentirà in dovere di curare i suoi concittadini. Non sarà un compito per nulla facile per la ragazza perché dovrà vedersela con gente che non si fida delle sue cure, del fatto che lei sia una donna medico, ed oltre a questo Jessica dovrà accontentarsi delle poche attrezzature mediche a sua disposizione. E nel mentre la malattia avanza e colpisce sempre più persone.

sabato 27 maggio 2017

Appunti di una blogger sul #SalTo17: Alphabet Edition



Amici: sono loro la cosa più bella di questo incontro, dopotutto. Ok, la Fiera, i libri ecc, ma innanzitutto lo fai per gli amici, le persone che puoi incontrare dopo tanto tempo o in alcuni casi per la prima volta e poter passare con loro il tempo e condividendo la vostra passione per i libri. Le mie compagne di appartamento sono state fantastiche: Martina di Liber arcanus, senza la quale niente sarebbe successo, poi Ambra di ParanormalBookLovers che ho rivisto dopo un anno, Vanessa di I libri sono un antidoto alla tristezza che ho conosciuto a Pordenonelegge, mentre ho visto per la prima volta di persona Tania di My bookish crea kingdom e Lorena, l'ideatrice della Born to Read Box. Menzione speciale ad Annachiara di Please another book perché senza di lei ci saremmo perse per Torino. E con queste persone ho conidiviso non solo la fiera ma tutto il resto ed è stato esilarante, davvero! Non vi dico cosa abbiamo combinato perché vorrei che voi aveste ancora un po' di dignità nei miei confronti.
Poi in fiera è stato bello incontrare altri amici come Mara di Little Mouse Bookclub, amica di chat, e le Silvia's che scrivono per I libri: il mio passato, il mio presente, il mio futuro che non vedevo da due anni ma che è stato bello rivedere e chiacchierare.
Tutto il resto non conta nonostante tutto, perché chi volevo incontrare l'ho fatto e tutti gli altri beh, potevate salutarmi voi XD


Blame it on the alcohol: l'anno scorso sono stata bravissima, ma quest'anno ho bevuto. Ho mantenuto la lucidità tranquille, ma cielo quell'Apple Mojito era una bomba, non potete capire. Non potevo prenderne un altro se no ciao, però ecco quell'apericena è stata buona e alcolica e divertente.
Disclaimer: l'alcol mi rende ancora più euforica e quindi ho riso come una scema. Però anche senza alcool ho sparato così tante cavolate che non avete idea. Pensate se avessi bevuto che sarebbe successo, ahahah!


Case editrici: l'ho detto almeno due volte in giro (oltre che a voce parlando con vari amici) ma lo ripeto: Mondazzoli & Co non mi sono mancate. Anzi, senza di loro mi sono potuta concentrare su case editrici minori e su stand che forse non avrei visitato distratta dai grandi nomi. Ho adorato che ci fossero J-Pop e Panini comics perché io non riesco mai ad andare alle fiere di fumetti ma intorno ai loro stand si respirava proprio quell'aria e mi ha fatto sentire bene. Per il resto la mancanza di grandi nomi e di conseguenza stand ha fatto si che alcune case editrici avessero loro degli stand più grandi e belli e anche questa è stata una bella cosa che mi è piaciuta molto. Non tutti i mali vengono per nuocere, giusto?


D'oh (Simpson's style): lo avevo accennato nel video Book haul ma ho comprato un libro che avevo già! Non mi succede quasi mai ma in questo caso ero convintissima di non averlo! Per farla breve si tratta di Una storia crudele di Natsuo Kirino e lo avevo comprato quando l'autrice era arrivata a Venezia, ma con una copertina diversa da quella che avevo visto sul web, ossia quella che ho rivisto a Torino e avendola in mente pensavo di non avere quel libro e l'ho afferrato subito, non appena visto alle stand Beat. Poi, la notte alle 2:30 (non scherzo) ripenso ai miei acquisti tutta felice prima del "oh mio Dio, mi sa che l'ho già comprato!". Adesso devo decidere cosa fare perché la copertina di questa edizione la preferisco di gran lunga, mentre l'altra è autografata quindi che fare XD? Si accettano suggerimenti. 


Chiara Panzuti allo stand Fazi durante la
presentazione di Absence 
Eventi esclusivi (o quasi): Una cosa che è mi piaciuta molto l'anno scorso è stato poter partecipare a eventi esclusivi solo per noi blogger. C'è stato nuovamente un incontro organizzato da Newton Compton che ha illustrato tutte le sue uscite estive, e vi dico di stare pronti a comprare perché ne usciranno delle belle. In occasione davvero unica di poter parlare con gli adetti del mestiere che ci hanno anche svelato qualcosa sul dietro le quinte della pubblicazione di un romanzo e del loro lavoro. Davvero interessante.
Poi Fazi aveva organizzato un piccolo evento per presentare il romanzo Absence di Chiara Panzuti, con la sua editor e l'autrice stessa: le pizzette offerte sono state apprezzatissime perché era ora di pranzo e io morivo di fame, ma per tornare all'evento in se, per quanto breve, è stato carino e interessante, mi ha messo ancora più voglia di leggere il romanzo! 




martedì 23 maggio 2017

Le recensioni di Giovanna: "Un disastro perfetto" di Jamie McGuire

Carissimi lettori,
eccomi qui a parlarvi del nuovo libro di Jamie McGuire, Un disastro perfetto, uscito il 18 aprile per Garzanti che mi ha permesso di poter incontrare l'autrice che amo alla follia e di poter leggere il suo libro, che grazie anche a Marianna, posso condividere con voi e raccontarvi le mie impressioni, emozioni, e tutto quello che ho provato da lettrice mentre lo leggevo il libro. Quindi continuate a leggere il post per scoprirne di più!


Titolo: Un disastro perfetto
Serie: Maddox Brothers #4
Autore: Jamie McGuire
Casa editrice: Garzanti
Data di uscita: 18 aprile 2017
Pagine: 296
Prezzo: 16,40 (cartaceo)


Ellie ha appena finito il college quando, a una festa, incrocia lo sguardo magnetico di Tyler Maddox. Quei profondi occhi nocciola la affascinano. Ma si sa che Tyler ha il pugno facile e ama circondarsi di ragazze sempre diverse. In una parola, è il ragazzo sbagliato. Eppure c’è qualcosa di più in lui. Quando sfiora le sue mani, Ellie riconosce un’inaspettata dolcezza. E nel suo caldo abbraccio trova la sicurezza di cui ha bisogno. Un punto di riferimento incrollabile. Solo lui è in grado di leggere nel suo cuore. Del resto, è un Maddox. E i Maddox, quando s’innamorano, amano per sempre. Ellie, però, ha troppa paura di lasciarsi andare. Ha paura di fidarsi. Tyler potrebbe far cedere le sue difese e irrompere nella sua vita come un ἀume in piena. Ha bisogno di tempo. Non può permettersi di sbagliare. Perché quando c’è di mezzo l’amore, tutto diventa inevitabilmente più complicato...


Dunque da dove iniziare con questo Disastro?! Premetto ho provato emozioni e sensazioni altalenanti leggendo questo nuovo libro visto che la nostra cara Jamie si è divertita molto a stavolgere le carte in tavola e infatti la prima sensazione che ho provato leggendo è stata di frustrazione: non mi era mai capitato ma per metà libro questa sensazione di frustazione e angoscia mi ha purtroppo accompagnata di pari passo con la lettura. Nel dettaglio parliamo della protagonista indiscussa della storia, Ellie, una ricca ereditiera con un sacco di problemi dovuti ad alcol e droghe, una ragazza davvero problematica alla ricerca di se stessa; e' stato davvero difficile accettarla per me e se già Abby vi ha fatto storcere il naso, bene preparatevi a questa nuova protagonista. Jamie è riuscita a spiazzarmi davvero questa volta: il non riuscire a capire fin dove Ellie sarebbe stata capace di spingersi per distruggersi è stato frustante per me... Fortunatamente l'arrivo del nostro Tyler è davvero provvidenziale, perché, come ben sapete, se un Maddox s'innamora è per sempre...

Mi sono innamorato di te. Va avanti da un po'. Ho cercato di non farlo. Non voglio che ti cerchi un altro posto. Voglio che resti. Non riesco a pensare a niente di meglio che all'idea di tornare a casa da te.

lunedì 15 maggio 2017

Libri in vendita! Ultima occasione

Buongiorno lettori!
Questo post vuole assumere i titoli disponibili alla vendita tra quelli rimasti dopo il giveaway di compleanno. Come vi avevo detto sono tutti libri miei, della mia adolescenza dei quali voglio liberarmi e quindi dopo averli messi in palio ecco che avete una chance di averli tra le vostre mani prima che li dia via (non so dove, forse in biblioteca o a qualche mercatino sto valutando). Purtroppo non posso tenerli per sempre e non posso tenere questo post di vendita attivo a lungo quindi affettatevi se siete interessati che dopo anni di tentativi in gruppi vari questa è l'ultima occasione e poi niente, li do davvero via!

Quindi nuovamente potete contattarmi privatamente se tra i titoli seguenti c'è ne sono di interessanti: vi ricordo la mia mail (maryrainolter@email.it) oppure usate la messaggeria di Facebook, Instagram, Twitter e degli altri miei contatti social e io vi risponderò al più presto!
I prezzi non sono segnalati perché possiamo accordarci e venirci anche incontro e non accetto scambi perché ho troppi libri in giro; potete dirmi la lista dei vostri titoli scambiabili ma se non c'è niente che mi interessi davvero non ci sarà alcuno scambio.

Ed ecco a voi i titoli:
(Ordine alfabetico per autore, tra parentesi alcune informazioni sull'edizione)

sabato 13 maggio 2017

Recensione: "Disney's Beauty and the Beast Belle's Tale" e "The Beast'sTale"di Mallory Reaves

Buongiorno lettori!
Ok, devo ammettere che questo non è un libro ma un manga, o meglio ancora l'adattamento "mangoso" del film live action de La bella e la bestia uscito qualche mese fa. Netgalley mi ha fornito una copia digitale di questo adattamento in due volumi di una storia senza tempo e amatissima! E se siete curiosi continuate la lettura del post ;) 



Titolo: Belle's tale
Serie: Disney's Beauty and the Beast #1
Autore: Mallory Reaves
Casa editrice: Tokyopop
Data di uscita: aprile 2017
Pagine: 160

(Trama tradotta da me; se prendete siete pregati di citare)

Nel film live-action della Disney La bella e la bestia, Belle, una brillante, bella e indipendente giovane donna, viene imprigionata da una bestia nel suo castello. Nonostante le sue paure, fa a milizia con lo staff incantato del castello e impara a guardare oltre lo spaventoso aspetto esteriore della bestia e realizzare il cuore gentile e l'anima del vero Principe che nasconde all'interno. Il manga esplora i pensieri più interni di Belle mentre impara che la vera bellezza viene dall'interno. 


In Disney's live-action film Beauty and the Beast, Belle, a bright, beautiful and independent young woman, is taken prisoner by a beast in his castle. Despite her fears, she befriends the castle's enchanted staff and learns to look beyond the Beast's hideous exterior and realize the kind heart and soul of the true Prince inside. This manga explores Belle's innermost thoughts as she learns that true beauty comes from within.



Titolo: Beast's tale
Serie: Disney's Beauty and the Beast #2
Autore: Mallory Reaves
Casa editrice: Tokyopop
Data di uscita: aprile 2017
Pagine: 160


Una storia vecchia come il mondo... raccontata in uno stile manga senza tempo.
Questa serie originale manga in due parti racconta la storia del film di prossima uscita.... Ma non hai mai visto questa serie raccontata in questo modo prima d'ora. La "Bella" del manga ci porta nei pensieri più profondi di Belle quando viene presa prigioniera dalla Bestia nel suo maestoso castello. Mentre la "Bestia" esplora i pensieri più profondi della Bestia che imprigiona Belle nel suo castello e si ritrova ad innamorati di lei con il suo atteggiamento bestiale e il suo spirito avventuroso. 


A tale as old as time ... told in timeless manga style. This original two-part manga series is based upon the upcoming movie... but you've never seen this classic love story told quite this way before.
The "Beauty" manga delves into Belle's deepest thoughts as she's taken prisoner by the Beast in his majestic castle. Where the "Beast" manga explores Beast's deepest thoughts as he captures Belle in his castle and finds himself falling in love with her feisty attitude and adventurous spirit.


Come sapete adoro le storie che hanno il doppio punto di vista e infatti i due volumi raccontano da una parte la versione di Belle, dall'altra la storia di Adam, ossia la Bestia. La storia è quella narrata dal film omonimo uscito ad aprile che io non ho ancora visto, ma mi ha molto incuriosito e anche i personaggi e i luoghi sono ripresi dall'ultima versione cinematografica con piccoli tocchi tipicamente nipponici tipici dei manga. Presuppongo che il twist riguardo alla madre di Belle sia parte del film ed è particolare, ma qui subentra una pecca di questi due volumi, ossia il fatto che la storia sia completa ma in molti punti narrata con una certa fretta, come se si dovesse rispettare un limite di pagine o altro. Un peccato perché ci sarebbe tanto da raccontare e da spiegare invece!

venerdì 12 maggio 2017

Manga's Corner #7 Aprile 2017


Buongiorno lettori!
Bentornati con la rubrica mangosa che preferite che sarà a cadenza mensile! Ho pubblicato un po' tardi perché non mi sono sentita bene ma da ora in poi i primi del mese troverete un riepilogo delle mie letture manga, quindi preparatevi! Sono soddisfatta di quello che ho letto questo mese, sia delle serie terminate sia di quelle incominciate che promettono bene e spero che andando avanti migliorino! E voi cosa avete letto di bello ad aprile? Ricordatevi di commentare! 




Haikyuu 16-17 di Haruichi Furudate
Credo che la storia narrata in questi due volumi sia una delle mie parti preferite di Haikyuu: la sconfitta dell'Aoba Johsai e l'inizio della sfida con la temuta Shiratorizawa è una parte molto emozionante sia per i nostri protagonisti sia anche per gli avversari, perché diciamolo in Haikyuu non riesci ad odiare nessuna squadra, forse neanche la Shiratorizawa. Forse. Ho adorato in particolar modo la parte del volume 16 che ha come protagonista il mio caro Yamaguchi che si fa valere! Bello anche l'extra del volume 17 con un bello spaccato sull'Aoba dopo la partita, molto commovente anche perché non vedremo più questa squadra.



Tokko Episode zero 4 di Tohru Fujisawa (storia) e Yukai Asada (disegni)
Vi avevo detto di temere questo ultimo volume ma in realtà è stato molto bello e mi ha alquanto soddisfatto. Più che altro ho molto apprezzato che nelle ultime pagine si riesce a capire la storia ancor di più perché si capisc che è un prequel della storia che ho precedentemente letto e mi è molto piaicuto questo twist che non avevo colto primo (anche se scema io, si chiama Episode Zero, naturale che è un prequel, o no?). La storia si conclude bene ed è alquanto completa a differenza delle altre e ho molto apprezzato. Mi piacerebbe leggere anche qualcos'altro su questa storia che è intrigante e avvincente. 



Attacco! A scuola coi giganti 7 di Saki Nakagawa
Finalmente questa serie inizia davvero a piacermi e ne sono contenta visto che ero praticamente sul punto di mollarla: mi piace l'umorismo a volte un po' sottile ma comunque legato alla serie originale e alle altre serie ad esse legate. Sono molti carini i brevi episodi di questo volume e che hanno per protagonisti Kyklyo e Sharle del prequel Before the fall. Non non so che altro aggiungere solo che sono molto contenta che finalmente questa serie si è animata e credo che possa piacere ai fan della serie Attacco dei giganti.






Food wars 1 di Yuto Tsukuda (storia) e Shun Saeki (disegni)
Food wars è una serie che ho sempre voluto leggere dall'inizio ma ho solo leggiucchiato qualche parte in giro. Alla Feltrinelli in Centrale a Milano ho trovato il primo volume e ho letto come inizia l'avventura di Soma nella più famosa scuola culinaria del Giappone. Il nostro protagonista cucina fin da piccolo insieme al padre nel loro piccolo ristorante ma un giorno il padre decide di andarsene in giro per il mondo a cucinare, invitando il ragazzo ad entrare in un prestigioso liceo dove apprendere la più fine arte culinaria possibile. E qui incontra la snob Erina, dal palato sopraffino e che deve convincerla delle sue abilità, e la timida ma talentuosa Takodoro, i primi di una serie di strambi personaggi appassionati della cucina che il nostro Soma incontrerà nel corso delle sue disavventure. Particolare poi che le ricette narrate nella storia vengono spiegate per poterle rifare "a casa". Una storia particolare ma interessante e che mi ha incuriosito ancora di più! 

martedì 2 maggio 2017

Wrap-up #13 Aprile 2017

Buongiorno lettori!
Si ritorna a recensire e di gran lena, come potete vedere nelle recensioni qui sotto! Sono contenta anche dei libri letti e recensiti per il mio piacere. Ho voluto dare un po' di ordine alla rubrica e quindi prima troverete gli estratti delle recensioni uscite sul blog e poi quelle degli altri libri. Come sempre vi ricordo di commentare con le vostre letture di questo mese: quale libro è stato il più bello?


Caro tu lettere segrete mai spedite di Emily Trunko
Devo dire che non conoscevo questo Tumblr ma dopo aver divorato questo libro, breve ma intenso, sono corsa subito a seguirlo e a leggere altre stupende lettere e messaggi pubblicati su di esso: le lettere raccolte sono molto varie e trattano diversi argomenti, da amori non corrisposti o finiti male alla morte di una persona amata, la gratitudine verso le persone che ci sono sempre accanto e segreti che non abbiamo il coraggio di confessare di persona (perché scrivere è molto più facile, no?); lettere rivolte ad altre persone ma anche a noi stessi a quando non sapevamo cosa sarebbe successo o per quando non sappiamo cosa accadrà in futuro ma vogliamo darci forza per andare avanti nonostante tutto. Il tono delle lettere passa dal serio all'ironico, ma non si può dire che sia una lettura facile: leggere i pensieri ed entrare brevemente in contatto con le storie delle persone attraverso le loro lettere è molto inteso o per lo meno io mi sono sentita molto solidale verso molte lettere e chi le ha scritte. Alcune mi hanno commosso e altre fatte ridacchiare, alcune frasi sono davvero stupende, ma non dobbiamo dimenticarci che le storie che intravediamo sono vere e che magari anche noi ci siamo ritrovati a vivere situazioni simili e a comportarci in una maniera simile e quindi possiamo davvero immedesimarci con lo scrivente e le sue emozioni, magari pure riflettere sulle nostre scelte.
5 stelle


Chi è senza peccato di Jane Harper
(Un estratto della mia recensione!)
La storia è intrigante e per nulla banale, è difficile intuirne il finale ed il colpevole, ovviamente. Mi è molto piaciuta l'ambientazione australiana, particolare ma ben descritta, mostrando i problemi che affliggono la cittadina di campagna dove è ambientata la vicenda. Ben particolarizzati i vari personaggi principali e secondari. Il protagonista Aaron Falk rimane sempre molto misterioso ma vicino al lettore che vuole scoprire le diverse sfaccettature del personaggio e sopratutto la verità che ad un certo punto sembra impossibile da raggiungere. La narrazione scorre bene e non avrei mai detto ma mi è piaciuto la sua struttura che presenta in alcuni punti dei flashback che si inseriscono incredibilmente bene nella vicenda, aggiungendo suspence e infine, raccontando, quello che è davvero successo.
5 stelle


L'alba della cacciatrice di Aliénor J. O'Hara
(Un estratto della mia recensione in anteprima!)
L'alba della cacciatrice ci immerge in un futuro non troppo distante devastato dalla guerra, quello dal quale scappa Charlie per poi ritrovarsi tra le Alpi, nella casa di sua zia, dove non troverà un nuovo mondo tra quelle foreste dove vigono regole proprie e antiche tradizioni. All'inizio non si coglie subito il mistero e l'elemento paranormale della storia, anzi sembrerebbe quasi di trovarci in un distopico, ma poi compare la magia, compaiono i lupi mannari e il potere che costringe Charlie a vivere un incubo dietro l'altro ogni volta che si addormenta. Ma oltre a questo ci sono anche i misteri che avvolgono la sua famiglia, le uniche persone al mondo che lei vuole proteggere a qualunque costo. La vicenda che vive Charlie è molto reale e il lettore si può facilmente riconoscere nei sentimenti e dubbi che lei prova e leggerà anche della sua crescita personale che la renderà in persona forte, pronta ad affrontare quello che le succederà in futuro. Infatti la storia non termina qui perché questo è solo l'inizio del viaggio di Charlie.
4 stelle 


Il profumo delle mele rosse di Susan Wiggs
Il profumo delle mele rosse è un bel romanzo che mischia passato e presente, racconta sì la storia di Tess, la protagonista, ma la intervalla con il passato di suo nonno Jacob e di altre persone importanti alla storia del romanzo, con tutte queste storie collegate tra loro e agli oggetti che Tess cerca di ritrovare per risollevare le sorti di Bella Vista. Una struttura complessa e che personalmente mi piace molto. La narrazione è scorrevole e avvincente in molti punti; niente di troppo sconvolgente, visto che la trama e i fatti narrati sono simili a quelli di romanzi dello stesso genere, ma mi è comunque piaciuta ed emozionato: c'è un sottile mistero su Jacob e il suo passato che continua per gran parte del libro e che scopriamo capitolo dopo capitolo, e tutto si risolve nel finale (perché diciamocelo, il lieto fine ci deve essere!).
4 stelle


Miss Peregrine La casa per bambini speciali di Ransom Riggs 
Ho preso questo romanzo in occasione dell'uscita del film omonimo che mi aveva molto attratto: il trailer era davvero intrigante e quindi l'ho preso (e per di più è una serie/trilogia conclusa, per fortuna!). Tutti ne parlavano bene ed ero molto curiosa. Le prime pagine sono alquanto lente, ci si aspetta da un momento all'altro che spuntino Miss Peregrine e i suoi bambini speciali ma ci vuole un po' prima che loro compaiono in scena, ma dopo la storia diventa davvero interessante e intrigante e c'è un po' di azione finalmente! Bello il mistero e il finale che ti spinge a voler leggere il seguito (e infatti voglio comprare secondo e terzo volume e probabilmente anche le storie extra il prima possibile e leggerli!). Mi è piaciuta la storia e la narrazione scorre bene dopo le prime pagine, i capitoli sono lunghissimi e forse è una piccola pecca ma per il resto bello; fantastica l'idea delle foto vintage (vere o truccante non ho ancora ben capito, ma sono belle!) che per di più sono posizionate bene a differenza delle immagini che trovi in altri libri. Complimenti al reparto grafica! E speriamo bene per il seguito!
4 stelle