f

venerdì 6 marzo 2020

We Are Number One #20: "I gatti del Louvre 1" di Taiyo Matsumoto

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di una recente uscita che mi aveva incuriosito già quando fu annunciata lo scorso Lucca Comics & Games. Avevo sentito molto parlare di Taiyo Matsumoto e delle sue opere ma
mi ispirava particolarmente... Volete scoprire questo primo volume con me? Proseguite la lettura!


Ringrazio la casa editrice J-POP Manga per avermi inviato una copia digitale per poterlo recensire!



Titolo: I gatti del Louvre 1 (di 2) di Taiyo Matsumoto
Titolo originale: Les Chats du Louvre 
Edizione: J-POP Manga, 2 volumi disponibili


Tra le sale del Louvre potete trovare non solo quadri e statue, ma anche dei... gatti. In una soffitta del celebre museo parigino vive una colonia di gatti che ogni tanto si avventura all'esterno e gira tra i corridoi pieni di opere d'arte. In particolare c'è il piccolo Fiocco di Neve che ogni tanto viene visto anche da turisti e guide del museo scatenando la rabbia dei suoi compagni, sopratutto quando entra in uno dei quadri per uscirne qualche giorno dopo... Infatti questo è un mistero che anche la guida del museo Cecile e i due guardiani notturni, il vecchio Marcel e il nuovo arrivato Patrick, vogliono scoprire e forse capire la verità sulla scomparsa della sorella di Marcel molti anni prima...

lunedì 2 marzo 2020

Manga’s Corner #44 Gennaio e Febbraio 2020

Buongiorno lettori!
Sono contenta di aver terminato la stesura della tesi e quindi di avere un po' più di tempo libero per poter scrivere qui sul blog. Intanto mi dedico ai soliti appuntamenti mensili con Manga's Corner e Wrap-Up (che coprirà tre mesi, accidenti!). In fatto di manga vista la loro brevità ho letto abbastanza, ma ci sono alcune serie nuove che meritano uno spazio a parte. Però qui di seguito tutti gli altri volumi che ho letto con l'invito a condividere le vostre letture :)

Vi ricordo alcuni post a tema mangoso che ho pubblicato  negli ultimi mesi: Manga's Corner #43 dove parlo de Il pene del senpai, Posi/Nega di Harada e del BL The Dream of CuckoosWe Are Number One #19 dedicato a Yarichin Bitch Club e Status Completed dove vi parlo del manga di Anna dai Capelli Rossi!


Sekaichi Hatsukoi La Storia di Ritsu Onodera 2 di Shingiku Nakamura
Ritsu si sta abituando al suo lavoro al reparto shojo della Marukawa Edizioni. ma la sua relazione con Takano continua ad avere dei problemi, sopratutto per via di Yokozawa sempre in mezzo e che non vuole che Ritsu si avvicini a Takano per via di quello che è accaduto in passato. Ma quale è la loro relazione e Ritsu che si ostina a non voler ammettere i suoi sentimenti verso Takano fa bene? E per quanto riguarda il suo lavoro di editor vuole continuare a farlo o no? Mi è piaciuto molto questo volume anche se ammetto di aver dovuto rileggere il primo perché non ricordavo la storia. Mi ha preso e appassionato molto e voglio proseguire sperando che la pubblicazione di questa serie sia regolare perché è una storia sexy e divertente. Mi piace molto l'extra sul passato dei due protagonisti, ma spero che si arrivi a fare un vero e proprio flashback nella serie originale che racconti cosa è successo a Takano dopo che Ritsu lo ha lasciato.



Dr. Stone 9 di Riichiro Inagaki (storia) e Boichi (disegni)
Chrome vuole riuscire a fuggire dall’Impero di Tsukasa e dal suo carceriere, Yo! Riuscirà a raggiungere Senku e ad aiutare il Team della scienza a riconquistare la carverna e il prezioso liquido per il risveglio? Un volume molto appassionante e pieno di personaggi e momenti di tensione. Sul finale inoltre scopriamo un aspetto alquanto inatteso di Tsukasa e vediamo che chi si pensava amico non è davvero così... Un volume che sul finale propone degli interessanti sviluppi per il proseguimento della serie che non vedo l’ora di vedere, sto davvero adorando Dr. Stone!



Haikyu L'asso del volley 34 di Haruichi Furudate 
La sfida tra Nekoma e Karasuno è iniziata e tutte e due le squadre stanno giocando le loro carte migliori. Conoscendosi bene tutti i giocatori sanno cosa aspettarsi dagli altri, ma molti sono cresciuti fisicamente e psicologicamente. In particolare Kenma sta cambiando il suo modo di approcciarsi al gioco e al vincere, cosa che stupisce molto i suoi compagni. Ma riuscirà il ragazzo a dare il tutto per tutto? Un bel volume e personalmente continete uno dei miei capitoli preferiti, il 298, denominato anche il "Capitolo Tsukkiyama" che per me Haikyu poteva finire lì, con quel cinque della mia bellissima ship <3 A parte questo adoro il finale, adoro il sorriso e la frase di Kenma e come vediamo pian piano il suo cambiamento e sviluppo rispetto a quando lo abbiamo conosciuto nella serie quindi bellissima parte, davvero.



Un bacio a mezzanotte 9 di Rin Mikimoto
Grazie ad Akira, Kaede scopre il passato di Hinana e la questione sul pianoforte che lei ha abbandonato. Questo fa decidere al ragazzo di agire e di presentarsi ufficialmente alla madre della ragazza. Un momento a tratti divertente, ma che torna serio quando si parla di argomenti importanti e che porta e permette ai due ragazzi di trovare il coraggio di affrontare i loro problemi. Infatti Kaede decide di parlare con i Funny Bone per risolvere i loro problemi, ma non prima di aver trascorso il suo compleanno alle terme con Hinana e oh cielo, la situazione stava diventando bollente e io adoro... Succede nulla alla fine, ma quelle pagine sono davvero wow... e Kaede è stupendo, non so se l'ho mai detto prima, ma mi piace come in molte scene l'autrice - forse con un filo di fanservice - ci piazza la sua bellissima faccia che insomma, possiamo capire Hinana davvero... E che altro aggiungere che non vedo l'ora di leggere nel prossimo volume l'incontro di Kaede e dei Funny Bone? Prevedo scintille!



Tsubaki-cho Lonely Planet 13 (di 14) di Mika Yamamori
L'appuntamento al parco di divertimenti tra Kibikino e Fumi è un modo per celebrare il compleanno della ragazza e farle riflettere sul passato del maestro grazie alla comparsa di una ex fidanzata dell'uomo. Lui è cambiato, con lei ha dei comportamenti che non ha avuto con altre persone, si è aperto e le vuole bene. La ragazza non ha bisogno di conferme e anzi vuole aiutare l'uomo a rappacificassi con la madre e una visita alla casa della donna sarà l'occasione per i due di dirsi quelle cose che non si sono mai detti... Se la prima parte diverte molto, la seconda è un colpo al cuore. E' davvero commovente e mi ha preso molto perché mostra la difficoltà per due persone così simili di esprimere i propri sentimenti e le proprie emozioni, spesso fraintendendosi, e come l'amore non si trasmette solo attraverso le parole, ma anche sguardi e gesti anche piccoli. Che dire poi che il prossimo è l'ultimo volume che ci sta, credo che avremmo una bella e romantica conclusione, ma non credo di essere pronta a dire addio a questi personaggi molto belli e ben sviluppati che mi hanno molto colpito ed emozionato per tutto il corso della serie. 

venerdì 28 febbraio 2020

Status Completed: Anna dai capelli rossi

Buongiorno lettori!
Non proprio volontariamente, ma mi ritrovo a fare un post di una serie uscita qualche tempo fa e che ho completato senza neanche aver potuto parlare del primo volume. Non che sia una brutta cosa, intendo il fatto di parlare di una serie nella sua interezza, anzi, ho in programma di farlo con altre serie che hanno un numero di volumi già stabilito - e che magari escono in breve tempo...
Oggi senza ulteriori indugi vi lascio al mio parere sul manga di Anna dai capelli rossi! Venite a scoprirlo con me!



Titolo: Anna dai capelli rossi di Yumiko Igarashi
Titolo originale: Akage no Anne
Edizione Italiana: Panini Comics, 3 volumi


Anna dai capelli rossi 1
Quando ero piccola ricordo che guardavo il cartone animato di Anna dai capelli rossi e mi piaceva molto. Sapere che sarebbe uscito il manga da quale stato tratto mi ha incuriosita molto perché conosco/ricordo bene la storia centrale e poco dell’inizio e del finale, che ho scoperto solo in seguito, indagando un po' sulla serie animata e il libro dal quale la storia è tratta. Anna è un'orfana che viene adottata dai fratelli Marilla e Matthew. I due in realtà avrebbero preferito un ragazzo, ma l'ingenuità e il carattere solare spontaneo di Anna conquisteranno ben presto i due che la terranno con loro e la aiuteranno a vivere un mondo nuovo e dove tutto è affascinante. L'Anna del manga mi pare più solare rispetto al cartone, che mi ha sempre trasmesso un'idea e un'atmosfera più cupa, qui non presente. Anzi c’è molta vitalità che mi piace e diverte, lo stile è semplice, ma efficace sopratutto nel rappresentare le emozioni della protagonista. Tutto si concentra su di lei che è davvero al centro della storia e dei diversi rapporto con altri personaggi che forse avranno più spazio in seguito. Il fattore nostalgia è alquanto alto quindi consiglio l'acquisto a chi come me guardava il cartone.



Anna dai capelli rossi 2
Proseguono le disavventure di Anna che durante un tranquillo pomeriggio fa ubriacare la sua cara amica Diana. Adesso per punizione le due ragazze non possono vedersi, ma la loro amicizia con la forza e la determinazione di Anna continuerà e non vacillerà. Anzi, Anna, in questa occasione, dimostrerà davvero di conoscere tante cose, di essere intelligente, divertente e di prendere le cose molto seriamente, forse a volte un po' troppo... E' una storia divertente e la positività di Anna conquista, ti fa stare allegro; i suoi comportamenti sono estremi, ma allo stesso tempo reali, sono parte del suo carattere e per questo la amiamo, l'apprezziamo e vogliamo che lei realizzi i suoi piccoli sogni.



Anna dai capelli rossi 3
Su invito della signorina Stacy, Anna si appassiona sempre di più allo studio e sogna di diventare insegnante. Il futuro della ragazza è importante, ma lei non vuole abbandonare Marilla e Matthew pronti come sempre ad aiutarla e incoraggiarla. La spensieratezza dell’infanzia viene pian piano dimenticata e si è più indirizzati verso il futuro. Anche dal punto di vista dell'amore: quell'antipatico di Gilbert è sempre stato silenziosamente al fianco della ragazza e l'ha supportata a suo modo...  Una conclusione triste, ma dopotutto positiva. Mi ha fatto piacere rileggere questa serie e vedere la spensieratezza e l'allegria di Anna e la sua crescita nel corso di questi volumi. L'unica piccola pecca è che la serie non si conclude bene bene qui, ci sono altri due volumi autoconclusivi che credo chiudano degnamente e definitivamente la vicenda. Non capisco il perché non è stata fatta un'unica serie in 5 volumi specificando eventualmente il fatto che forse in originale c'è stata una certa divisione della storia... Quindi alla fine sono soddisfatta ma con un lieve amaro in bocca... Credo che devo recuperare prima o poi quei famosi ultimi (credo, ma sopratutto spero!) volumi.



Voi quale versione di Anna dai capelli rossi preferite? Avete letto il manga? Che ne pensate? Ditemelo nei commenti!



mercoledì 19 febbraio 2020

We Are Number One #19: "Yarichin Bitch Club 1/3" di Ogeretsu Tanaka

Buongiorno lettori!
Ho terminato la stesura della tesi e adesso posso tornare ad essere un po' attiva sul blog. Devo dire che in qualche breve occasione ho scribacchiato, e sistemato alcune recensioni o pensieri che butto giù dopo la lettura di manga e libri. Come Yarichin Bitch Club che leggerete qui sotto. Insomma forse in ritardo, ma ci tenevo a parlarne perché è una serie divertente che man mano che si svolge aggiunge elementi di serietà e mostra dei personaggi complessi e interessanti. Quindi oggi vi parlo dei primi tre volumi di questa serie, e siamo in attesa dell'uscita in Italia del quarto volume...


Titolo: Yarichin Bitch Club 1/3 di Ogeretsu Tanaka:
Titolo originale: Yarichin Bitch Bu
Status: Serie in corso, 4 volumi disponibili
Edizione italiana: J-POP Manga, 3 volumi disponibili


Yarichin Bitch Club 1
Una serie la cui fama ha preceduto la sua edizione italiana davvero ben curata e divertentissima! Toono, il nostro protagonista, si è trasferito in un nuovo liceo maschile in mezzo alle montagne. Per le strane regole delle scuola deve iscriversi obbligatoriamente ad un club, e sceglie quello di fotografia. Di nome, perché in realtà quello che è chiamato "Yarichin Bitch Club", è un club dove a farla da padrone è il sesso! Toono e Kashima, il secondo malcapitato finito nel club, hanno infatti tempo un mese per fare sesso almeno una volta altrimenti saranno puniti... Benvenuti nel club più strampalato e fuori di testa che ci sia!
Insomma un buon primo volume dove vengono ben presentati i vari protagonisti, ad iniziare dal protagonista Toono, un po timido e che si sconvolge per ogni cosa - ma chi non sarebbe sconvolto da quello che succede nello Yarichin?! Ad aiutarlo, il suo angelico e volenteroso compagno di classe Yacchan e poi, ovviamente, Kashima. Il classico ragazzo della porta accanto che però sopporta con il sorriso tutte le stramberie dei membri del club. E che dire di questi? Il presidente Akemi che è un pervertito di prima categoria nonostante il suo viso dolce, in netto contrasto con Itome, il suo serio e impassibile amante... Dall'altra abbiamo Tamura, duro e senza peli con sulla lingua, che non gli dispiace prendere in giro il povero Shikatani con la sua passione per la biancheria femminile e ossessionato dall'igiene, al limite del ridicolo. E poi lui, il mio folle Yuri, con sempre addosso gli occhiali da sole, la testa bacata e il linguaggio assurdo. Eppure conquista, il povero Sfiggy (di nome e di fatto). Ma è vero amore o solo una scusa per fare sesso? E Tono come farà a sopravvivere (e rimanere vergine) in questa gabbia di matti?!
Ho riso tantissimo per tutte le battute, i doppi sensi e quant'altro. E' una serie divertente, piccante che appunto o piace o non piace, non c'è una via di mezzo. Io l'adoro, perché divertente, che sfrutta molto bene le situazioni e i suoi personaggi che all'apparenza risultano stereotipati, ma pian piano viene svelata la loro complessa psicologia, aggiungendo anche un filo di mistero sul loro passato e i loro tormenti. E' una serie molto diversa dalle altre di Tanaka Ogeretsu, ma comunque molto bella proprio perché se si analizza sempre di più si nota la complessità delle altre storie di questa autrice e io non vedo l'ora di vedere cosa succederà allo Yarichin e ai suoi membri.

martedì 28 gennaio 2020

Manga's Corner #43 Il pene del senpai, Posi/Nega, The dream of cuckoos

Buongiorno lettori!
Cerco di recensire quasi tutto quello che leggo, il problema sta nel pubblicarlo. Quindi ci sono recensioni che rimangono "in bozza" per lungo, anzi troppo, tempo. Quindi quando ho deciso di parlare di Posi, Nega e The dream of cuckoos, ho deciso di aggiungere anche la recensione de Il pene del senpai, che avevo preso questa primavera. Insomma, ho deciso di fare questo episodio speciale di Manga's Corner dove vi parlo di questi volumi unici e di una mini-serie uscita di recente. E diciamo che qualcosa in comune questi titoli hanno, anche se forse non sono da dire ad alta voce, ok ;)?
(No, non si tratta della Casa editrice XD)



Il pene del senpai di Yoichi Abe
Se amate tanto il vostro senpai perché non rubargli un pezzo... ossia il pene? In questa assurdo volume unico i bagni sono pieni di ghigliottine per peni di ignari ragazzi. I peni sono poi presi in custodia dalle ragazze, sia per tenere vicino il proprio senpai, o per vendicarsi del proprio ex ragazzo, o riempire una vasca e nuotarci dentro. Con delle storie semplici e un po' assurde si analizzano le ossessioni delle ragazze e non solo. Si analizza la mascolinità così importante per i ragazzi e poco importa se il pene ricresce anche se tagliato. È una parte importante per loro ed è un motivo di discussione con le ragazze che continuano a tagliarli. È un modo anche per analizzare le relazioni tra ragazzi e ragazze, il fatto di essere così attaccati al pene tagliato, ma di non avere il coraggio di guardare in faccia la persona che gli piace perché ci si accontenta di aver quel pezzo... Ma un pene può essere il motivo di incontro e di condivisione sull'adolescenza e la sessualità maschile e femminile e in un episodio la scelta si fa davvero ardua: è più importante un pene o una vita umana? Insomma un volume divertente come la sua premessa, ma per nulla banale, anzi tratta molti temi diversi e importanti. Non è volgare e anche poco esplicito nonostante alcuni riferimenti e situazioni che alludano alla cosa. Una lettura particolare, ma imperdibile davvero!



Posi e Nega di Harada

Credo che sia bene parlare di Posi e Nega insieme; sono due raccolte di storie brevi di Harada che è un'autrice che adoro tantissimo e quindi attendevo con ansia questi volumi. Pensando a Posi e Nega pensavo ai gattini di L'incantevole Creamy, ma in realtà sono l'abbreviazione di positivo e negativo. Queste due raccolte raccontano una storie positive e l'altra negativa. Certo, personalmente devo dire che Posi ha indubbiamente delle storie più positive e che strappano una risata, ma neanche troppo. Hanno un sottotono un po' cattivello e le situazioni fanno anche divertire, ma pensandoci in realtà... Sia chiaro mi è piaciuta, la parte dedicata ai tentacoli mi continua a far ridere al solo pensiero, perché è assurda e stupenda, però credo di aver preferito Nega. Ho trovato bellissima la storia del tipo con i piercing che compare in copertina: questa è l'Harada che amiamo! Però anche le altre sono bellissime, tragiche ma ben costruite. L'ultima con per protagonista una ragazza, ho capito l'intento dell'autrice e il messaggio che c'è dietro, ma forse l'esecuzione narrativa pecca in alcuni punti e quindi non l'ho apprezzato completamente. Le altre storie sono una bomba e quindi preferisco assolutamente Nega. Però entrambi i volumi sono molto belli e se amate Harada il suo stile e il suo modo di raccontare le storie non potete perderli assolutamente.

martedì 21 gennaio 2020

Manga's Corner #42 Dicembre 2019

Buongiorno lettori!
Eccoci ad un nuovo appuntamento con Manga’s Corner, il primo del 2020 ma che tratte le ultime letture manga del 2019 (mi pare logico). Ci sono serie con cui mi sono messa in pari, soprattutto lo stupendo Bungo Stray Dogs, è altre che sono proseguite e che spero il seguito esca presto. Che dire ho chiuso bene il 2019 ahahah 



The Promised Neverland 12 di Kaiu Shirai (storia) e Posuka Demizu (disegni)
Emma e compagni sono nel rifugio con i ragazzini scappati da Goldy Pound. La loro vita sembra serena, ma in realtà stanno cercando di contattare gli alleati per poter fuggire. Intanto vogliono anche seguire gl indizi lasciati da Minerva sui Sette Muri per poter arrivare nel mondo degli umani. Ma intanto i loro nemici sono all'inseguimento e forse hanno trovato il loro nascondiglio... Questa serie è sempre più avvincente e non posso fare a meno di adorarla. Tutti i dettagli tornano, ci sono nuove rivelazioni e particolari molto interessanti che spero siano maggiormente esplorati e raccontati nei successivi volumi. Mi piace molto la parte di ricerca che è sempre facile da seguire e piena di misteri. e il mondo dei demoni che qui viene esplorato e raccontato più che in precedenza e risulta ben costruito. Ma il finale del volume è pieno di azione e molto wow! Bellissimo e adrenalinico, ho paura che qualcuno che mi sta cuore non sopravvivrà, ma credo sia necessario anche per il carachter development dei protagonisti. Vedremo, sono molto curiosa! Ah, che nessuno mi tocchi il mio patatino Phil se no potrei diventare violenta!!! Capito Andrew?!?



Ballad x Opera 4 (di 5) di Azala Samamiya
Il passato di Haruto inizia ad essere più presente che mai nella sua testa, e il suo ruolo di dio della morte è influenzato. Intanto nel regno dei cieli le cose si fanno misteriose e non si sa più di chi ci si deve fidare e di chi no... Ma per Kuro e Shiro l’obiettivo è proteggere Haru ad ogni costo... Mi piace molto questa serie e sono un po’ triste che ci stiamo avvicinando al finale. Si avverte molto in questo volume perché vengono spiegati dei dettagli non trascurabili e si capisce chi è il “vero” nemico... La storia è davvero ben sfruttata e molto appassionante quindi ho sempre molta voglia di proseguire la lettura; anche i disegni sono molto belli e adoro le prime pagine a colori! Una piccola pecca è l’extra con i protagonisti della precedente opera dell’attrice, Bloody Mary che non avendo letto non sono riuscita ad apprezzare fino in fondo...



Rikudo 15 di Toshimitsu Matsubara 
La sfida tra Hyodo e il cinese Liu è stupenda!! Quest’ultimo viene davvero ben indagato e presentato nella sua pericolosità e follia, mentre c’è anche una certa evoluzione pure di Hyodo che si dimostra davvero un personaggio interessante. Torna anche il signor Tokorozawa come anticipato dalla copertina del volume, ma questa sua comparsa rimane molto misteriosa perché non è ben chiaro cosa mi vuole combinare... Però è sempre figo, eh! E il finale, ah, che bello il finale che esplora i sentimenti di Riku verso Naeshiro anche se si interrompe sul più bello accidenti!! Non posso stare due mesi così senza sapere, è crudele! Voglio un po’ di gioie per sti due ragazzi!! Datemi la gioia, almeno una!



Rikudo 16 di Toshimitsu Matsubara 
Ok, abbiamo avuto una piccolissima gioia da parte di Riku e Naeshiro, in linea con i loro personaggi, anche se avrei voluto un qualcosina in più. La parte centrale del volume, però, vede come protagonista Tsubaki e il suo incontro con il cubano Jose. Un incontro molto avvincente e che ci mostra l’evoluzione e la forza di Tsubaki che credo sarà uno dei prossimi avversari di Riku. Il ragazzo si deve allenare, ma non riesce a trovare dei partner dopo quello successo con Kamishiro, ma ad “aiutarlo” arriva il pericoloso Yanagi e sarà curioso vedere cosa succederà perché torna a farsi vedere una vecchia conoscenza di Riku e intravediamo anche un nuovo avversario straniero... Un bel volume che appunto dedica uno spazio bello e interessante su Tsubaki che è sempre stato presente nella serie, ma un po’ nascosto e sul finale ci sono un paio di elementi interessanti che anticipano bene il successivo volume.



Bungo Stray Dogs 11 di Kafka Asagiri (storia) e Sango Harukawa (disegni)
Un volume che definirei di passaggio perché prosegue nel mostrare le conseguenze della sfida contro la Gilda di Fitzgerald e vediamo che fine ha fatto l’uomo. Vediamo un lato del suo carattere diverso, disperato e distrutto, non più l'allegro e spaccone riccone: senza la sua fortuna non sa stare al mondo. E l'ho adorato tantissimo. Abbiamo anche uno sguardo al passato di Kyoka molto carino e poi un misterioso assassino che porterà la Port Mafia e l’Agenzia a combattersi a vicenda per salvare i loro capi. Ma come andrà a finire lo scopriremo appunto solo nel prossimo volume. Questo è bello proprio perché è un volume di raccordo, inserisce scene molto divertenti, aggiunge particolari a vecchi personaggi e introduce il nuovo ARC narrativo che si prospetta molto interessante....

mercoledì 15 gennaio 2020

Review Party: "L’allodola" di Sylvain Reynard



Buongiorno lettori!
Sono sempre felice di parlare di libri dei miei autori preferiti e oggi tocca al mio caro Sylvain Reynard e alla sua prossima uscita in italiano. Domani infatti uscirà finalmente L'allodola, il primo romanzo della serie Il Fiorentino per Delrai Edizioni. Io sono eccitatissima per questa uscita e voglio farvi scoprire questo romanzo imperdibile!

Ringrazio la casa editrice Delrai Edizioni per avermi fornito una copia digitale del romanzo per poterlo recensire 


Titolo: L'Allodola
Serie: Il Fiorentino #1
Autore: Sylvain Reynard
Editore: Delrai Edizione 
Data di uscita: 16 gennaio 2020 
Pagine: 424
Prezzo: 5,99€ (ebook)


Raven Wood trascorre le sue giornate alla galleria degli Uffizi di Firenze, è un’abile restauratrice di arte rinascimentale. Dopo una serata tra amici, al ritorno a casa, la sua vita cambia per sempre. Quando interviene per soccorrere un senzatetto che viene picchiato immotivatamente, i suoi aggressori la trascinano semicosciente in un vicolo. Per fortuna l’assalto viene interrotto da una cacofonia di ringhi, seguita dalle urla degli aguzzini. Raven perde i sensi, non prima di aver sentito una voce sussurrarle queste parole: Cassita Vulnerata. Quando si sveglia, si ritrova cambiata. Nessuno agli Uffizi sembra riconoscerla e, cosa inquietante, sembra essere mancata per più di una settimana. Non solo, ma scopre che la sua assenza coincide con un furto, quello di alcune inestimabili illustrazioni del Botticelli. Quando la polizia la accusa di essere una delle principali sospettate, Raven chiede aiuto a una delle personalità più oscure e temibili di Firenze per far perdere le sue tracce e scoprire così la verità. L’incontro, però, porta la donna in un mondo sotterraneo i cui abitanti uccidono pur di mantenere i loro segreti…


C’è voluto molto tempo, ma finalmente ho letto The Raven, in italiano L’allodola, di Sylvain Reynard. Amo tantissimo questo autore, scrive benissimo delle storie molto appassionati e misteriose. Se poi aggiungi quanto sia bello e intrigante il mondo che ha creato ne L’allodola, appena accennato nella novella Il principe, e tutti i suoi misteri non si può non rimanere impigliati nella rete che crea.

Raven, la nostra protagonista, è accusata di aver rubate le preziose illustrazioni di Botticelli. Tutti gli indizi portano a lei e ad una figura misteriosa che, da quando la ragazza lo ha incontrato, la sua vita è completamente cambiata... Ecco che inizia la ricerca di Raven per scoprire la verità e che la porteranno in un mondo di vampiri millenari pericolosi. Sylvain Reynard nel suo Gabriel's Inferno aveva mostrato ampiamente la sua conoscenza e amore per l'arte e la cultura italiana e qui continua e si aggiunge un elemento paranormale che non stona per nulla, anzi! Possiamo dire che realtà e fantasia sia mischiano in maniera sublime, tanto da non sapere dove inizia uno e finisce l'altro...