f

lunedì 20 giugno 2016

Incontro in Garzanti con Alice Basso

Buongiorno lettori!
Il post di oggi è diverso dal solito: a parte queste poche righe non sono io a scrivere ma Gió, amica del blog che ha fatto le mie veci ad un incontro organizzato dalla casa editrice Garzanti per celebrare l'uscita del nuovo libro di Alice Basso, Scrivere è un mestiere pericolo. L'incontro è stato molto bello e avrei tanto voluto essere la, ma Gió vi racconterà cosa è successo e quindi anche potrete provare un attimo la sensazione di essere stati lì...
E vi anticipo che nei prossimi giorni potrete leggere le recensioni complete dei libri di Alice Basso e quindi continuate a seguire il blog, se siete curiosi!
E adesso non perdetevi il resoconto e continuate a leggere ;) 


Prima di tutto mi scuso se ho tardato troppo a scrivere questo resoconto sull'evento che la casa editrice Garzanti ha organizzato e al quale ha invitato alcune blogger per parlare con l'autrice Alice Basso: sono pignola e dovevo assicurarmi di riuscire a fare un lavoro ben fatto, cercando di trasmettere a chi lo leggerà le stesse emozioni che ho provato io lunedi 6 giugno alla sede della Garzanti.

Ringrazio innanzitutto la mia super amica Marianna per avermi dato questa grandisssima opportunità e avermi mandato; ringrazio poi Garzanti, sempre impeccabile nell'organizzazione e alla loro professionalità, attenzione e impegno che ci mette per rendere il massimo in questo genere di eventi, nella cura che ha verso noi lettori e verso gli scrittori invitati a presentare i loro libri e ad avere un contatto piu' diretto con i lettori; l'ho già detto allo staff di persona ma mi ripeto hanno reso quel lunedi pomeriggio davvero strepitoso e io mi sono davvero sentita come a casa, come quando sei con le amiche e ti ritrovi a parlare senza avere un minimo di cognizione del tempo che scorre via velocissimo. Ecco, così è stato l'evento con la bravissima scrittrice Alice Basso: un susseguirsi di emozioni, di risate, di sorrisi; nell'aria si respirava davvero un energia unica, e, insomma, ci sono state un sacco di emozioni tutte concentrate insieme. 

Momenti dell'incontro 
Poi, ovviamente, ci sono stati momenti più seri, come quando e' iniziata la diretta streaming dell'intervista ad Alice Basso, che potete rivedere sulla pagina Facebook della casa editrice; e poi veniamo a lei, ad Alice, un' autrice che mi ha letteralmente conquistata con i suoi due libri, L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome e Scrivere è un mestiere pericoloso. Alice è una scrittrice davvero unica nel suo genere e io sono stata travolta dalla sua simpatia, dalla sua semplicità, dalla sua bravura e dai suoi sorrisi: insomma Alice è davvero una persona meravigliosa oltre che una grandissima scrittrice di talento ed è stata davvero un'opportunità unica incontrarla e aver avuto la possibilità di farle le mille domande che mi frullavano per la testa dopo aver letto i suoi libri, nei quali ha stravolto completamente la mia idea di romanzo giallo! Mai mi sarei data una possibilità su questo genere di lettura, ma con questi due libri ho davvero rotto una sorta di muro, perché Alice, con i suoi due libri e i suoi personaggi, vi trasporterà in una storia davvero emozionante, ricca di tutto, dalla suspense, a delitti vari, ma anche di temi come l'amore e l'amicizia, tutto intrecciato alla perfezione, in una scrittura unica e moderna nel suo genere, dalla quale non riuscirete a staccarvi fino alla fine, fino all'ultima pagina del libro; vi travolgerà in un crescendo di emozioni, di dubbi ed ipotesi (o almeno così come è stato per me!). Impossibile non amare i personaggi di questi due romanzi, assolutamente non convenzionali o scontati: davvero li amerete tutti, a partire dalla nostra protagonista Silvana detta Vani (accidenti se la adoro!!!). E non dimentichiamoci del commissario Berganza, di Riccardo, Enrico, Morgana, Laura, Bianca, Irma, Ivano: insomma vi conquisteranno e vi faranno agognare di avere ancora un altro libro, che a detta di Alice, è già pronto nella sua testa. Io personalmente non vedo l'ora di tornare prestissimo nel mondo di Vani e scoprire cosa ci riserveranno le sue avventure!!!  

Ringrazio ancora Alice per averci regalato anche solo per un attimo quello che frulla nella testa di uno scrittore, nel raccontarci come nasce un libro nella loro mente e dell'immenso lavoro che c'è dietro alla realizzazione di un libro. Grazie per tutto ciò Alice: sei fantastica cosi come lo sono i tuoi libri, con il tuo stile di scrittura e l'originalità con cui gli hai scritti; grazie per avermi dato la possibilità e l'onore di confrontarmi personalmente con te, è stato un onore! Grazie a Garzanti per questo evento; spero di riabbracciarvi tutti prestissimo; e grazie ai lettori che si sono dovuti sorbire questo post lunghissimo ma, come vi avevo detto, sentivo di dover scrivere un post che vi trasmettesse tutto ciò che ho provato ed ecco quindi il papiro che ho composto!


Con questo passo e chiudo: alla prossima avventura!     


2 commenti:

  1. Alice è un mito e Vani va via sempre troppo presto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che Vani ritornerà presto, no ;)?

      Elimina

Lasciate un commento se vi è piaciuto e meno questo post :)